Grecia, Eurogruppo finito senza un accordo

Il primo ministro greco Alexis Tsipras e quello spagnolo Mariano Rajoy
1' di lettura

A Bruxelles il quarto incontro in sette giorni per cercare di sbloccare la situazione si chiude senza un'intesa. Dijsselbloem parla di "progressi insufficienti". Ma Tsipras: "Fiducioso in un compromesso". Sabato nuovo vertice

"Io credo che la crisi greca sarà risolta non in questo Consiglio europeo, ma nelle prossime ore". E' la previsione fatta dal presidente del Consiglio Matteo Renzi mentre l'Eurogruppo a Bruxelles si è concluso senza un accordo. Sabato mattina verrà convocato un nuovo vertice dei ministri delle Finanze dell'Eurozona.

Tsipras: fiducioso in un compromesso - Intanto, per il primo ministro greco e leader di Syriza Alexis Tsipras Atene sarà in grado di trovare un accordo con i creditori internazionali che le permetta di risolvere la crisi, evitando il default. "La storia europea è piena di disaccordi, negoziati e compromessi. Dopo la nostra proposta esaustiva sono fiducioso si possa giungere a un compromesso che aiuti sia la zona euro sia la Grecia a superare la crisi", commenta.

Dijsselbloem, progressi insufficienti - Per il presidente dell'Eurogruppo Jeroen Dijsselbloem, però, "non ci sono ancora abbastanza progressi".

Leggi tutto