YouTube Gaming, Google sfida Amazon nei videogiochi

La pagina di presentazione di YouTube Gaming.
1' di lettura

Google annuncia il lancio di una versione della piattaforma video dedicata interamente alle clip videoludiche. Pochi mesi fa la società di Jeff Bezos aveva acquisito un servizio analogo. Gli utenti che riprendono le proprie partite sono sempre di più

La competizione tra i grandi della Rete si gioca su sempre più terreni, anche quelli che non ti aspetteresti. L'ultima conferma è arrivata la scorsa settimana quando Google ha annunciato che entro l’estate lancerà YouTube Gaming, un sito e un’app dedicati a tutti coloro che vogliono condividere i video delle proprie sessioni di gioco ai videogame. La mossa arriva dopo che lo scorso settembre Amazon aveva sborsato quasi un miliardo di dollari per acquistare Twitch, una piattaforma diventata popolare tra gli appassionati di videogiochi che vogliono condividere con il mondo le proprie imprese videoludiche. Nel 2014 Twitch ha raccolto un audience mensile di 100 milioni di utenti, segno che sedersi in poltrona e guardare altri giocare all’ultimo capitolo di Call of Duty o di Final Fantasy non è un passatempo di nicchia.

Streaming in vista - Nonostante possa suonare poco comprensibile a coloro che hanno più di 30 anni, mostrare al mondo quanto si è bravi ad un determinato gioco non è una pratica per pochi, ma parte integrante della cultura contemporanea del gaming. Ed è anche per questo che Google ha deciso di lanciare la nuova piattaforma. YouTube Gaming, che sarà inizialmente disponibile negli Stati Uniti e in Gran Bretagna, ospiterà pagine dedicate a 25 mila titoli all’interno delle quali sarà possibile pubblicare sequenze relative ai videogiochi in questione. Gli utenti potranno “abbonarsi” ai singoli canali, come già accade sulla versione normale di YouTube. Ovviamente, siccome questo è uno degli aspetti che ha reso assai popolare Twitch, sarà possibile trasmettere dalle proprie console lo streaming in diretta delle sessioni di gioco e entrare in contatto con la community degli appassionati.

Numeri da capogiro - La decisione di Google di lanciare uno spin-off dedicato ai videogiochi è maturata dopo avere constatato la crescente popolarità di questo tipo di video. Nel mese di aprile i primi 100 canali di YouTube dedicati ai videogame hanno totalizzato complessivamente quasi 6 miliardi di visualizzazioni. L'esempio più eclatante di questo fenomeno è l’utente PewDiePie, ventenne svedese residente nel Regno Unito, che ha raccolto oltre 36 milioni di abbonati al suo canale nel quale riversa le proprie partite impreziosite da coloriti commenti.



Concorrenza - Su Twitch sono svariati gli utenti che hanno superato il milione di follower e la piattaforma vanta numeri che fanno effetto. Nel 2014 il sito acquistato da Amazon ha totalizzato 16 miliardi di minuti di visualizzazione al mese e 11 milioni di video trasmessi al mese. Con l'interesse degli utenti cresce anche la competizione tanto che i migliori giocatori o i titolari dei canali più seguiti sono oggetto di contesa. Per esempio, MLG.TV, un’altra piattaforma che trasmette performance videoludiche, ha strappato proprio a Twitch Matt Haag, un professionista dei videogiochi che si guadagna da vivere giocando a Call of Duty. Con l'arrivo di Google è facile pensare che il livello di scontro si alzerà ancora.

Leggi tutto