Fca: altre mille assunzioni entro 2015 applicando Jobs Act

Nella foto di archivio Sergio Marchionne in visita allo stabilimento di Melfi
1' di lettura

L’annuncio di Fiat Chrysler Automobiles. Saranno inoltre stabilizzati a tempo indeterminato 1500 dipendenti assunti a Melfi. Confermata la fine della cassa integrazione e dei contratti di solidarietà in tutti gli stabilimenti italiani entro il 2018

Fiat Chrysler Automobiles assumerà altri 1.000 lavoratori negli stabilimenti italiani entro il 2015 applicando il Jobs Act. Saranno inoltre stabilizzati a tempo indeterminato i 1.500 dipendenti assunti a Melfi. Lo ha detto Alfredo Altavilla, responsabile per la Regione Emea di Fca che ha incontrato i sindacati.

A Melfi 600 assunzioni - Le assunzioni si faranno a Melfi, alla Sevel, a Cassino, a Termoli, a Verrone (Biella) e a Cento (Ferrara). A Melfi, in particolare, sono previste 600 assunzioni, le prime 250 delle quali entro giugno "con l'obiettivo - ha spiegato Altavilla - di portare la produzione a 1.200 vetture al giorno. Alla Sevel le assunzioni saranno 200, a Verrone 170. E' inoltre previsto l'inserimento di cento giovani sul progetto Alfa Romeo a Cassino (50) e Termoli (50), "destinati a ruoli importanti - ha spiegato Altavilla - di team leader. Gli ingressi saranno accompagnati dalla salita dei volumi e al rientro dalla cassa integrazione". Per quanto riguarda Mirafiori, Altavilla ha detto che "i lavori vanno avanti secondo i programmi, che prevedono l'inizio della produzione del Maserati Levante a fine anno".

Confermata fine solidarietà e cig entro il 2018 - I sindacati, che oggi hanno incontrato all'Unione Industriale di Torino il responsabile per la regione Emea di Fca, Alfredo Altavilla, hanno riferito inoltre che Fca ha confermato la fine della cassa integrazione e dei contratti di solidarietà in tutti gli stabilimenti italiani del gruppo entro il 2018, come previsto dal piano presentato a maggio dell'anno scorso.

Leggi tutto