Grecia, Tsipras presenta un nuovo piano ai creditori

1' di lettura

"Ora la decisione spetta ai leader europei" dice il premier greco, che annuncia la proposta che dovrebbe consentire lo sblocco dei prestiti. La Ue: "Non siamo ancora ad  accordo, ma scambio documenti buon segno"

La Grecia ha presentato ai creditori internazionali una proposta di accordo che dovrebbe consentire lo sblocco dei prestiti. Lo ha annunciato il premier greco Alexis  Tsipras (la fotostoria), all'indomani del vertice di Berlino tra Francia, Germania, Bce, Fmi e Commissione Ue.

Tsipras: ora la decisione spetta ai leader europei
- "Noi abbiamo sottoposto un progetto realistico per far uscire la Grecia dalla crisi - ha spiegato Tsipras ai giornalisti - un progetto realistico la cui accettazione da parte delle istituzioni, dei creditori e dei nostri partner in Europa segnerà la fine dello scenario delle divisioni in Europa". Il premier greco ha poi chiarito di non aspettarsi da loro "una proposta". "La  Grecia la presenta, ormai è chiaro che la decisione spetta ai leader politici europei".

Ue: buoni segnali - Tiepida, ma positiva la reazione dell'Unione europea che sottolinea che al momento non esiste alcun accordo. "Molti documenti sono stati scambiati su come applicare gli accordi" raggiunti precedentemente tra Grecia e creditori internazionali, ha detto la portavoce dell'Esecutivo Ue responsabile per le questioni economiche, Annika Breidthardt, rispondendo a una domanda sul piano che il premier greco Alexis Tsipras ha detto di aver presentato ai creditori della Grecia. "Il fatto che si scambino documenti è un buon segno di per sé, i contatti continuano ma ancora non siamo al punto di aver raggiunto un accordo", ha aggiunto la portavoce.

Dijsselbloem: "Progressi non sono sufficienti"
- Per il presidente dell'Eurogruppo Jeroen Dijsselbloem invece i progressi fatti fino a questo punto  "non sono  veramente sufficienti".  Dijsselbloem, che ha parlato alla tv olandese, ha poi sottolineato che "fino a quando non saranno rispettate le condizioni economiche, non  possiamo arrivare ad un accordo, non è giusto pensare che possiamo  incontrarci a metà strada". Secondo il presidente dell'Eurogruppo il pacchetto per la Grecia deve essere "forte" come il precedente e l'obiettivo e' spingere Atene fuori dall'abisso. Dijsselbloem si e' detto convinto che un accordo sia possibile e ha sottolineato come il raggiungimento dell'intesa sia nell'interesse sia della Grecia che dell'Europa.

Leggi tutto