Bce, blitz di una manifestante: coriandoli su Draghi. VIDEO

1' di lettura

La conferenza stampa è stata interrotta da una donna che si è avvicinata minacciosamente al tavolo gridando: "Fine della dittatura". Il presidente della Banca Centrale Europea ha poi ripreso a parlare: "Le misure Bce stanno arrivando all'economia reale"

La conferenza stampa del presidente della Bce, Mario Draghi, è stata interrotta a causa di una manifestante, poi portata via dai funzionari della sicurezza che, messasi davanti alla postazione di Draghi, aveva iniziato a intonare lo slogan "fine alla dittatura della Bce" (LE FOTO).

L'interruzione -
La manifestante indossava una maglietta con scritto appunto "Ecb dictatorship". La conferenza stampa è ripresa dopo pochi minuti dall'allontanamento della donna. Il gesto di protesta è stato rivendicato dal gruppo femministra Femen. La giovane donna si chiama Josphine Witt, è una cittadina tedesca e già in passato ha partecipato ad altre proteste del gruppo.

"Le misure Bce stanno arrivando all'economia reale" -
Il numero uno di Eurotower non ha però perso il suo aplomb: "Continuiamo dove ho interrotto", ha detto. In particolare, gli acquisti di titoli pubblici continueranno almeno fino a settembre 2016, ha detto Draghi, il quale ritiene che la ripresa dell'Eurozona stia accelerando, come mostrano gli indicatori più recenti. La Bce ha lasciato il tasso principale di rifinanziamento al minimo storico dello 0,05%.
"Vediamo che le nostre misure di politica monetaria stanno arrivando all'economia reale", ha detto poi il presidente della Bce, Mario Draghi, difendendo il quantitative easing.

Leggi tutto