Inps: "Incentivi assunzione richiesti da 76mila imprese"

1' di lettura

Il dato si riferisce ai primi 20 giorni di febbraio e indica le aziende che hanno chiesto di usufruire della decontribuzione prevista per i tempi indeterminati. I nuovi posti di lavoro, spiega il presidente Boeri, potrebbero essere "molti di più"

Sono state 76mila le imprese che hanno fatto richiesta di usufruire della decontribuzione prevista dalla legge di stabilità per le nuove assunzioni a tempo indeterminato nei primi venti giorni di febbraio. Lo ha reso noto il presidente dell'Inps, Tito Boeri, durante una conferenza stampa per la firma della convenzione tra l'Inps e le parti sociali per la raccolta di dati sulla rappresentanza sindacale.

Boeri: "Dati incoraggianti"
- "I primi dati", ha detto Boeri, "sono incoraggianti, 76 mila imprese nei primi 20 giorni hanno fatto richiesta, quindi le assunzioni potrebbero essere molte di più".
Boeri ha annunciato comunque per la fine del mese la diffusione dei dati sul numero delle assunzioni fatte dalle imprese con l'incentivo triennale sui contributi Inps previsto per i contratti a tempo indeterminato fatti nel 2015.

Soddisfazione nel Pd - Soddisfazione per i dati diffusi da Boeri trapela dalle fila del Pd. "Bene i primi dati Inps su assunzioni e su effetti Jobs act. Le riforme per il lavoro danno frutti per ridare centralità al lavoro stabile" scrive su Twitter Filippo Taddei, responsabile Economia del Partito Democratico.


"A chi ci accusa di annuncite rispondiamo con fatti" scrive sul social network anche il deputato democratico Matteo Richetti.


Leggi tutto