Eurogruppo: sì a estensione aiuti alla Grecia di 4 mesi

1' di lettura

L'accordo raggiunto prolunga i prestiti ad Atene a fronte dell'impegno a una serie di riforme che il governo di Tsipras presenterà lunedì. Varoufakis: "Primo passo nella direzione giusta". Padoan: "Siamo tutti vincitori"

L’Eurogruppo ha dato il via libera all'estensione per quattro mesi del prestito alla Grecia, a fronte dell'impegno di Atene a una serie di riforme. Lo ha detto il presidente dell'Eurogruppo Jeroen Dijsselbloem dopo il vertice tenutosi a Bruxelles sulla richiesta della Grecia di prolungare i prestiti al Paese per un periodo che (nella richiesta di Atene) era inizialmente di sei mesi.

Aiuti in cambio di riforme - Atene, ha spiegato Dijsselbloem, sottoporrà entro lunedì una lettera all'Eurogruppo con l'elenco di tutte le misure politiche che la Grecia intende mettere in atto durante il periodo dell’estensione degli aiuti. "La Grecia  - si legge nel testo dell'accordo - dovrà presentare entro lunedì una lista delle riforme, basata sugli accordi attuali, e le istituzioni valuteranno se sono sufficienti per una conclusione della 'review'" e "solo la sua conclusione porterà all'esborso degli aiuti".

Atene si impegna a astenersi da modifiche unilaterali a riforme
- Secondo quanto si legge nel testo, inoltre, la Grecia "si impegna ad astenersi dal ritirare qualunque misura o da modifiche unilaterali delle politiche e delle riforme strutturali che possano avere un impatto negativo sugli obiettivi di bilancio, la ripresa o la stabilità, come valutato dalle istituzioni".

Varoufakis: "Primo passo nella direzione giusta" - L'accordo di oggi è "il primo passo nella direzione giusta di un lungo viaggio", per cui "ci sono volute tre riunioni per girare pagina" ha detto il ministro delle finanze greco Yanis Varoufakis dopo l'Eurogruppo. "Non abbiamo  - ha aggiunto - firmato nessun Memorandum d'intesa, e' l'inizio di una fase senza questo. Saremo co-autori della nostra lista di riforme, non seguiremo più uno script datoci da agenzie esterne, bisogna avere veramente la vista corta per pensare che abbiamo firmato il vecchio accordo".

Moscovici: "Accordo nell'interesse di tutta l'Ue"
- L'accordo raggiunto all'Eurogruppo "va nell'interesse non solo della Grecia ma di tutta l'Ue" in quanto è "un accordo equilibrato che permette sia alle autorità greche di mettere in opera i cambiamenti che desiderano e allo stesso tempo che gli impegni siano rispettati" le parole con cui il commissario Ue agli affari economici Pierre Moscovici ha commentato l'intesa.

Padoan: "Passo avanti per l'Europa" - "Siamo tutti vincitori. E' un grande passo avanti per l'Europa" ha detto anche il ministro dell'Economia Padoan ai microfoni di Sky TG24 al termine della riunione. "Non abbiamo parlato di contenuti - ha spiegato Padoan - ma del processo. Ora ci sarà una prima valutazione su un'iniziale elenco di misure che il governo di Atene" metterà a punto fin da subito.

Leggi tutto