Eurogruppo, Atene rigetta proposte. Ultimatum della Ue

1' di lettura

Il governo di Tsipras giudica irricevibile la bozza presentata al vertice. La Ue: "Avete tempo fino a venerdì per decidere, estensione è unica strada". Varoufakis: un accordo si troverà. Padoan esclude uscita della Grecia dall'euro. DOCUMENTO INTEGRALE

Le proposte dell'Eurogruppo ad Atene, di rispettare gli impegni dell'attuale piano di salvataggio, "sono assurde ed inaccettabili". Il governo greco ha rifiutato con questa posizione l'ipotesi di intesa avanzata nel vertice a Bruxelles sulla situazione finanziaria del Paese. L'esecutivo ha respinto in particolare la proposta dei partner dell'Eurozona di accettare un'estensione di sei mesi del programma di bailout rispettando i termini dell'accordo contratto con i creditori.

Ultimatum Eurogruppo a Grecia: "Decida entro venerdì" - Al nulla di fatto, è seguito un ultimatum da parte dell'Eurogruppo: la Grecia ha fino a giovedì per decidere se chiedere l'estensione del programma, in modo da poter avere un Eurogruppo straordinario venerdì che possa valutare la sua richiesta. "L'estensione è l'unica strada", ha detto Pierre Moscovici.
Ecco la bozza che è stata presentata all'esecutivo di Atene e che è stata rifiutata.




Il ministro dell'Economia greco: troveremo un accordo - Si mostra comunque ottimista il ministro dell'Economia greco: "Nessun dubbio sul fatto che si troverà un accordo, la discussione va avanti", dice Yanis Varoufakis. E svela che prima dell'incontro ufficiale il commissario agli affari economici Pierre Moscovici gli aveva sottoposto una bozza di comunicato che conteneva tutti gli elementi giusti: un piano 'intermedio' invece di un'estensione, il controllo della Commissione invece della ex Troika. A quelle condizioni, spiega il ministro al termine dell'Eurogruppo, sarebbe stato pronto a firmare subito. Ma una volta nella sala, con tutti gli altri 18 partner, Dijsselbloem gli propone una bozza differente, "che ci portava indietro a mercoledì scorso".
Il giornalista Paul Mason pubblica su Twitter la bozza che Moscovici avrebbe presentato a Varoufakis:

Padoan: nessun rischio per Grexit - Se la Grecia non chiederà l'estensione, non potrà contare nemmeno sul Fondo monetario internazionale, che senza programma - e quindi controllo - europeo, chiuderà i cordoni della borsa. Ma nonostante i toni duri, per il ministro dell'economia Pier Carlo Padoan non c'è rischio 'Grexit'.

Leggi tutto