Pil: crescita zero nel quarto trimestre, recessione si ferma

1' di lettura

Secondo le prime stime Istat, tra ottobre e dicembre il Prodotto interno lordo è rimasto invariato rispetto ai 3 mesi prima. Il dato complessivo relativo al 2014 è in calo dello 0,4%, ma ci sono stati 2 giorni lavorativi in meno. I DATI

Battuta di arresto per la recessione nel nostro Paese. Secondo quanto reso noto dall'Istat infatti nel quarto trimestre 2014 l'economia italiana ha toccato crescita zero, ovvero tra ottobre e dicembre il Pil è rimasto invariato rispetto ai tre mesi precedenti, segnando uno stop della recessione. Rispetto al quarto trimestre 2013, il Pil è sceso dello 0,3%.


Prima stima 2014, -0,4% - In base alle prime stime sulla media dei trimestri, il Pil italiano sull'intero 2014 ha segnato una caduta di 0,4%: si tratta, specifica l'Istituto, di un dato corretto per giorni lavorativi (2 in meno rispetto al 2013). Il dato completo, non corretto, sarà reso noto il 2 marzo. Il 2014 è il terzo anno consecutivo di calo per il Pil italiano. Il -0,4% segue infatti il crollo del 2,3% del 2012 e il -1,9% del 2013.

Bankitalia: cala il debito pubblico - Intanto, Bankitalia rileva che il debito pubblico è sceso a dicembre di circa 26 miliardi rispetto a novembre 2014, portandosi a 2.134,9 miliardi. A fine 2013 il debito era pari a 2.068,7 miliardi (127,8% del Pil).

Leggi tutto