Bce, atteso annuncio di Draghi sul piano di acquisto titoli

1' di lettura

In giornata il governatore della Banca centrale europea darà il via libera al "Quantitative easing", uno strumento di politica monetaria per inserire liquidità nel sistema allo scopo di far risalire l’inflazione: sul piatto fino a 50 miliardi al mese

Cresce l’attesa per l'annuncio di Mario Draghi, previsto al termine della riunione della Bce, che dovrebbe sancire il via libera al Quantitative Easing (Qe), un piano di acquisti di titoli di Stato mirato a far risalire l'inflazione nell'Eurozona e a rilanciare domanda e crescita.


Si tratta di uno strumento di politica monetaria - mai messo in campo in Europa ma ampiamente utilizzato dalla Fed, dalla Banca d'Inghilterra e dal Giappone  - che serve ad inondare il sistema di liquidità scongiurando il rischio deflazione. La cancelliera tedesca Angela Merkel però lancia un avvertimento: le misure adottate non frenino il cammino delle riforme.

Il premier italiano Matteo Renzi ha commentato invece così l'annunciato intervento di "quantitative easing" da parte dell'Eurotower: "Rispetto l'indipendenza della Bce ma credo sia il momento in cui si potrebbe investire in una diversa idea di Europa".

Leggi tutto