Bankitalia: crescita modesta nel 2015

1' di lettura

Secondo il Bollettino economico della Banca d'Italia, quest'anno il Pil dovrebbe salire dello 0,4% contro il +1,3% delle stime di luglio. Previsioni riviste al ribasso, pesa la carenza di investimenti delle imprese

Un anno di crescita modesta. Così Bankitalia definisce il 2015 dell'economia italiana, che dovrebbe vedere il PIL migliorare dello 0,4%.


Numeri nettamente inferiori rispetto a quelli comunicati nel luglio scorso da Palazzo Koch, che stimava un rialzo superiore al punto percentuale, ma in linea con quelli previsti a metà dicembre da Confindustria. Nel bollettino di gennaio, via Nazionale evidenzia un quadro economico ancora incerto, contraddistinto da una contenuta ripartenza dei consumi, controbilanciata dalla flessione degli investimenti.

E questa debolezza della domanda interna , unita al brusco calo dei prezzi del petrolio si rifletterà sui prezzi al consumo, con un’inflazione prevista in calo dello 0,2% per il 2015.

Situazione che dovrebbe comunque migliorare col passare dei mesi, per il 2016, il PIL è stimato in salita dell'1,2% con un’inflazione a +0,7% Fra le priorità evidenziate da Bankitalia, il consolidamento di bilancio, con un plauso per la Legge di Stabilità che avrebbe contribuito a evitare un prolungamento della fase recessiva.

Leggi tutto