Ast, il ministero dello Sviluppo: "Vertenza sbloccata"

1' di lettura

Una nota del dicastero di via Molise informa che l'azienda di Terni si è impegnata a pagare gli stipendi, annunciando per lunedì prossimo un nuovo tavolo nel quale si parlerà del piano industriale

La vertenza Ast è stata sbloccata. Secondo quanto riporta una nota del ministero dello sviluppo economico l'azienda infatti modificherà il piano industriale e mostra la "più ampia" disponibilità a pagare i salari entro lunedì. Così il comunicato sintetizza l'esito dell'incontro di oggi tra Ast Terni, sindacati e governo (il 29 ottobre scorso era avvenuti degli scontri tra polizia e manifestanti durante una manifestazione di protesta).

L'impegno dell'azienda a pagare gli stipendi - "L'azienda - si legge in una nota del dicastero di via Molise - attraverso il suo amministratore delegato, Lucia Morselli, accoglie le indicazioni del governo e illustra le modifiche apportate al piano industriale e mostra la più ampia disponibilità procedere al pagamento degli stipendi". Il sindacato dal canto suo, spiega ancora il Mise, "dichiara di cogliere le novità ed esonera dallo sciopero tuttora in atto, le aree amministrative competenti al fine di predisporre i pagamenti che saranno erogati entro lunedì prossimo a tutti i dipendenti".

Lunedì nuovo incontro - Vertenza sbloccata, dunque. E lunedì pomeriggio azienda e organizzazioni sindacali si sono già dati appuntamento per riprendere la trattativa e cominciare ad entrare nel merito del nuovo piano industriale.

Il tweet del portavoce del ministro dello Sviluppo economico



Leggi tutto