Al francese Jean Tirole il Nobel per l’economia 2014

Jean Tirole, premio Nobel per l'economia 2014
1' di lettura

Il professore, nato nel 1953, è stato premiato per i suoi studi nel campo dell’economia industriale. Il riconoscimento, spiega l’Accademia svedese delle scienze, riguarda "la sua analisi delle forze di mercato e della regolamentazione"

Il Nobel per l'economia 2014 va al professore francese Jean Tirole, direttore della fondazione Jean-Jacques Laffront a Tolosa, premiato per i suoi studi nel campo dell'economia industriale. Il riconoscimento - spiega l'Accademia svedese delle scienze - riguarda "la sua analisi delle forze di mercato e della regolamentazione". "E' stata una grande sorpresa. Mi fa molto piacere" ha commentato Tirole. "Non si è mai un buon giudice del proprio lavoro e quindi non è una cosa su cui avevo contato”.



Le motivazioni - Tirole, definito "uno dei più influenti economisti del nostro tempo", "più di ogni altra cosa ha chiarito come capire e regolamentare i settori industriali con poche, potenti imprese dominanti" e i rispettivi "fallimenti dei meccanismi di mercato", come prezzi più alti rispetto a quanto sarebbe motivato dai costi, o la sopravvivenza di imprese improduttive attraverso meccanismi per bloccare l'ingresso di aziende nuove e più produttive, dando risposta a come i governi debbano disciplinare la concorrenza e regolamentare il monopolio, o gestire fusioni e cartelli d'imprese. Le migliori politiche della concorrenza "devono essere attentamente adattate alle condizioni specifiche di ciascun settore industriale", si legge in una nota di Stoccolma. E in una serie di articoli e libri Tirole "ha presentato uno schema generale per progettare queste politiche e applicarle, aiutando i governi a "incoraggiare le imprese potenti a diventare più produttive e, allo stesso tempo, impedirgli di danneggiare la concorrenza e i clienti".

Chi è Jean Tirole - Nato nel 1953 a Troyes, Jean Tirole dirige la Fondazione Jean-Jacques Laffont dell'Ecole d'economie de Toulouse ed è direttore scientifico dell'Idei, l'Istituto di economia industriale toulosiano. E' stato presidente dell'Econometric Society e dell'European economic Association, nonché docente al Mit dal 1984 al 1991. Si è formato all'Ecole Polytechnique di Parigi prima come ingegnere, poi con un dottorato in matematica e successivamente con un dottorato al Mit. Allievo di Laffront, cui la morte sottrasse il premio nel 2004, Tirole si ricollega alla sua scuola. E' stato molto attivo nel dibattito sulla crisi finanziaria e sul ruolo delle banche. Nel 2012 l'università di Tor Vergata gli ha conferito la laurea honoris causa.

Leggi tutto