Cgil: da gennaio 530 mila in Cig, persi 2,5 mld di reddito

1' di lettura

Dal rapporto di luglio emerge che sono state circa 650 milioni le ore di cassa integrazione richieste e autorizzate, di cui oltre la metà fatte di cassa straordinaria. Meccanica, commercio e edilizia, risultano essere i settori più colpiti

"Poco meno di 650 milioni di ore di cassa integrazione" da gennaio a luglio. "In cassa a zero ore circa 530 mila lavoratori da inizio anno, che hanno subito un taglio del reddito pari a 2,5 miliardi di euro, ovvero quasi 4 mila e 700 euro netti in meno in busta paga per ogni singolo lavoratore". Questi alcuni dati delle elaborazioni delle rilevazioni Inps da parte dell'Osservatorio Cig della Cgil Nazionale, nel rapporto di luglio.

530mila in Cig zero ore - "Difesa e rilancio del sistema produttivo, tutela e creazione di lavoro devono essere il binomio strategico per portare il paese fuori dalla crisi. Meccanica, commercio e edilizia, risultano essere i settori più colpiti. Il governo non perda altro tempo e rilanci subito una politica industriale", commenta il segretario confederale della Cgil, Serena Sorrentino.

I dati: Lombardia in testa - Il totale di ore di cassa integrazione, calcola la Cgil, a luglio è stato pari a 79.530.285, +6,74% sul mese precedente. Nei primi sette mesi dell'anno si sono registrate 642.030.774 ore, -7,78% sullo stesso periodo dell'anno (crisi economica, tutti i video). E' al Nord che si conferma il ricorso più alto alla cig. Al primo posto la Lombardia. Seguono Piemonte e Veneto. Al centro primeggia il Lazio, nel Mezzogiorno la Campania. Tra i diversi settori, il ricorso più alto è ancora nella meccanica, poi commercio e edilizia (lavoro e occupazione - foto).

I settori - Quanto ai settori, la meccanica è ancora quello dove si è totalizzato il ricorso più alto allo strumento della cassa integrazione: sul totale delle ore registrate nel periodo gennaio-luglio, la meccanica pesa per 220.136.040, coinvolgendo 181.033 lavoratori (prendendo come riferimento le posizioni di lavoro a zero ore). Segue il settore del commercio con 85.267.795 ore di cig autorizzate per 70.122 lavoratori coinvolti e l'edilizia con 80.318.334 ore e 66.051 persone.

Leggi tutto