Renzi, contro l'evasione "fatture e scontrini telematici"

1' di lettura

Il testo del governo sarà presentato il 30 giugno alle Camere. Per 18 milioni di italiani il 730 arriverà a casa. Nel piano l’idea di rendere tracciabili tutti i pagamenti e l’ipotesi di una lotteria per sensibilizzare i cittadini

Scontrini telematici, trasferiti online in tempo reale all’Agenzia delle entrate, fatture elettroniche, pagamenti tracciabili e anche l’ipotesi di una lotteria per chi conserva i contrassegni fiscali. Ecco i principali punti del piano anti-evasione preparato dal governo Renzi.
L’esecutivo ha, infatti, predisposto una serie di norme per combattere il "nero", che verranno presentate il 30 giugno in un documento insieme ad alcune linee guida.
"La lotta all’evasione è al centro dell’azione governativa, l’evasione va repressa in modo sistematico", ha detto il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan intervenendo martedì 17 giugno alla scuola di polizia tributaria della Guardia di Finanza, aggiungendo che servono "un nuovo approccio e ulteriori misure".

Tracciabilità di tutti i pagamenti - Un punto cardine del piano è l’avvento generalizzato della moneta elettronica che permetterà la tracciabilità di tutti i pagamenti, con incentivi al sistema creditizio e delle telecomunicazioni (molte compagnie telefoniche stanno sviluppando applicazioni per utilizzare carte di credito, carte prepagate e persino carte-sconto e buoni pasto).

Lo scontrino elettronico: casse collegate con l’Agenzia delle Entrate - La novità più rilevante riguarda, poi, lo scontrino elettronico. Le casse dei supermercati saranno collegate in tempo reale con l’Agenzia delle entrate. Per quanto riguarda l’Iva è allo studio un nuovo modo di versarla: l’onere passerebbe al compratore per eliminare le fatturazioni inesistenti. Per 18 milioni di italiani il 730 arriverà a casa a partire dal 2015.

Una "lotteria degli scontrini"– Il governo sta studiando anche una sorta di lotteria che sarà estratta tra coloro che sono in possesso di uno scontrino fiscale. Le estrazioni, periodiche e con premio annesso, dovrebbero essere riservate a categorie specifiche di esercenti o merceologiche. Un motivo in più per pretendere lo scontrino quando si fanno degli acquisti e poi conservarlo.

Leggi tutto