Alitalia-Etihad, ecco il piano per sbloccare la trattativa

1' di lettura

L’anticipazione del quotidiano Il Messaggero. La soluzione prevede la creazione di una nuova società posseduta al 51% da Cai e al 49% dagli arabi dove saranno concentrate tutte le attività sane, mentre debiti e esuberi andranno in una bad company

La creazione di una nuova compagnia con il 51% in mano ad Alitalia-Cai e il 49% a Etihad, un aumento di capitale sostenuto sia dal gruppo arabo che dai soci italiani, una bad company in cui far confluire debiti bancari, una quota di esuberi e i rischi legati a contenzioni legali aperti. Questi in sintesi – secondo un'anticipazione de Il Messaggero di sabato 3 maggio - i termini dell'accordo che sarebbe stato raggiunto tra le due compagnie aeree per sbloccare la trattativa.

La nuova compagnia - Nella newco dovrebbe confluire la parte sana di Alitalia, gli slot aeroportuali, l'operatività dei voli, i dipendenti necessari per l'attività del vettore secondo il numero indicato dalla società degli Emirati Arabi. La quota maggiore di ricapitalizzazione - secondo quanto riporta il quotidiano romano- dovrebbe essere sostenuta da Etihad (560 milioni), mentre 200 milioni sarebbero a carico di Cai che potrà così fare fronte anche alle maggiori perdite previste per il 2014.

Debiti e rischi assorbiti in una "bad company" - Nella bad company (una società priva di vitalità economica utilizzata per assorbire le attività in sofferenza ndr.) finiranno invece - in uno schema già utilizzato in passato proprio per Alitalia - la maggioranza dei debiti bancari, una buona fetta degli esuberi (3.000 mila dipendenti), i rischi finanziari legati ai contenziosi legali e fiscali aperti, con gli extra costi del personale considerato in esubero.

L'incontro martedì 6 maggio ad Abu Dhabi - Il vertice ad Abu Dhabi tra Etihad e Alitalia è previsto per martedì 6 maggio. All'incontro, secondo quanto si apprende da fonti vicine al dossier, il presidente Roberto Colaninno presenterà il piano con l'a.d. Gabriele Del Torchio. Al tavolo per Etihad ci sarà il ceo James Hogan.

Leggi tutto