Tecnologia, è corsa allo smartphone low-cost

L’India è il paese in cui IDC prevede il boom maggiore di smartphone low-cost nei prossimi anni - Getty Images
1' di lettura

Mentre Amazon sembra pronta a lanciare due nuovi dispositivi, nel mondo esplode la domanda di telefoni intelligenti a basso costo. Dall'India all'Africa, passando per l'Europa, nel 2014 saranno venduti sempre più pezzi sotto i 200 dollari. I GRAFICI

di Nicola Bruno

La notizia ormai si rincorre da tempo. E sembra generare più aspettative dell’altrettanto atteso iPhone 6. Ma ora dovrebbe essere la volta buona: secondo il Wall Street Journal entro giugno anche Amazon scenderà in campo nel mercato degli smartphone. E i dispositivi in cantiere sarebbero due: uno di punta dotato di schermo 3D e un altro indirizzato ai paesi emergenti.
Con il secondo smartphone, in particolare, Amazon prova a intercettare un trend low-cost che vede ormai competere tutti i principali player del mercato, come si è visto all’ultimo Mobile World Congress di Barcellona, dove sono stati presentati diversi prototipi di dispositivi con funzionalità avanzate al di sotto dei 50 dollari. La tendenza è confermata anche da diversi report dell’istituto di ricerca IDC, secondo cui più della metà degli 1,2 miliardi di smartphone che saranno consegnati nel 2014 costerà meno di 200 dollari. Come ha sottolineato The Economist in questa elaborazione, tre anni fa la media era più del doppio.

Boom low-cost - La corsa agli smartphone low-cost è dettata per lo più dal boom dei telefoni intelligenti nei paesi in via di sviluppo, con la Cina che ha fatto da apripista nel 2013 e altri paesi dell’Asia, l’Africa, l’America Latina e l’Europa dell’Est che seguiranno nel corso dei prossimi anni.
In questo grafico di IDC si possono vedere le aree globali dove viene venduta la quota maggiore di smartphone sotto i 100 dollari. L’India è in testa con più di 212 milioni di unità, seguita da Medio Oriente e Africa (150 milioni ), gli altri paesi asiatici (140 milioni), mentre l’Europa occidentale e il Nord America sono tra le ultime.



I costi medi degli smartphone - In un’altra ricerca rilasciata lo scorso novembre, IDC ha analizzato il costo medio (che in gergo viene chiamato ASP - Average Selling Price) degli smartphone nel 2013, con una previsione fino al 2017. Se nell’America del Nord i prezzi resteranno sempre molto alti, in Europa ci sarà un crollo considerevole: dagli attuali 419 dollari a dispositivo, si arriverà a quota 259 dollari. Un trend simile si registra anche nelle altre aree del mondo.



Apple sempre cara - IDC ha rilasciato anche una serie di dati differenziati per sistema operativo. I dispositivi iOS (Apple) continueranno ad essere i più costosi: di qui al 2018 faranno registrare solo una lieve flessione (dal costo medio di 690 dollari nel 2012 scenderanno a quota 610 dollari). Tutti gli altri produttori invece si attesteranno ben al di sotto di questa cifra, con un costo medio globale degli smartphone di 262 dollari. I dispositivi Android riusciranno a costare ancora di meno: dagli attuali 312 dollari arriveranno a 202 dollari. Un livello ancora inferiore sarà invece garantito dai Windows Phone, i cui dispositivi costeranno in media 195 dollari nel 2018. Il colosso di Redmond continuerà così a cavalcare l’onda low-cost che, dopo la partnership con Nokia, sta dando buoni risultati in diversi paesi del mondo.

Leggi tutto