Germania, dalla Consulta via libera al fondo salva-Stati

1' di lettura

L'Alta corte ha rigettato i ricorsi avanzati contro il Meccanismo di stabilità europea Esm. I giudici: nessuna violazione del diritto del parlamento di decidere in materia di bilancio. Ma l'impegno di Berlino deve essere limitato a 190 miliardi

La Corte costituzionale tedesca ha rigettato i ricorsi avanzati contro il Meccanismo di stabilità europea Esm, ovvero il Fondo Salva-stati. La Consulta aveva già dato un sostanziale semaforo verde nel settembre 2012, oggi, martedì 18, il giudizio "dà il via libero definitivo", spiega il presidente dei giudici di Karlsruhe.

Impegno limitato a 190 miliardi -
La Corte ha aggiunto che l'Esm non ha violato il diritto del parlamento di decidere in materia di bilancio e ha ribadito che l'impegno della Germania nel fondo deve essere limitato a 190 miliardi di euro. Ulteriori stanziamenti devono passare da un'approvazione parlamentare. La Corte, infine, ha confermato la legittimità del fiscal pact.

Cosa è il fondo salva-Stati -
Il fondo salva-Stati Esm (European stability mechanism) è il principale strumento in mano ai governi dell'Eurozona per combattere la crisi dei debiti sovrani e far scendere, quando necessario, la febbre degli spread. E' destinato, in casi specifici, ad essere affiancato da un altro strumento di cui si è dotato l'Eurozona, l'Omt (Outright monetary transactions) varato dalla Bce.

Leggi tutto