Dal cuneo ai debiti della PA: l'agenda economica di Renzi

1' di lettura

Dalla riduzione del costo del lavoro, confermata dal ministro Poletti, al fondo di garanzia per le Pmi. Sono alcune delle misure allo studio del nuovo esecutivo. Che deve ora fare i conti con i meccanismi e le coperture

Sblocco totale dei debiti pubblica amministrazione, fondo di garanzia per le pmi e riduzione del cuneo fiscale di almeno 8 miliardi, ma che può arrivare anche a 10, con 50 euro in più al mese a disposizione su una busta paga di 1.600 euro netti. E' un piano ambizioso quello annunciato al Parlamento dal premier, Matteo Renzi. Un piano che ora deve tramutarsi in norme con meccanismi e coperture.

Sui debiti PA è lo stesso ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, a spiegare che bisogna "ancora precisare" i meccanismi. Ma il tema più urgente è quello delle risorse. Non a caso, ritagliando il tempo durante il voto di fiducia di Camera e Senato, Padoan ha incontrato il commissario alla spending review, Carlo Cottarelli.

L'accelerazione imposta sui tempi (una riforma al mese da qui all'estate) non favorisce un facile reperimento di risorse, soprattutto considerato che il tentativo è quello di non gravare fiscalmente sui contribuenti per non danneggiare la ripresa (tutti i dettagli nel video in alto).

Leggi tutto