Non solo messaggi: i numeri del successo di WhatsApp

Jan Koum, Ceo di WhatsApp, sul palco del Mobile World Congress di Barcellona - Getty Images
1' di lettura

Dopo l’acquisizione miliardaria da parte di Facebook, la popolare applicazione di messaggistica è pronta a introdurre anche le telefonate vocali (e così insidiare il predominio di Skype). Guarda l’INFOGRAFICA

L’annuncio è arrivato pochi giorni dopo l’acquisizione da parte di Facebook. Ed è uno di quelli destinati a rimescolare le carte nel settore della telefonia online: entro la fine del 2014 tramite WhatsApp sarà possibile anche effettuare telefonate vocali. In questo modo la popolare applicazione di messaggistica punta a insediare il predominio di Skype e, soprattutto, delle grandi società di telecomunicazioni che hanno già visto il mercato degli Sms profondamente eroso dai servizi come WhatsApp, Viber e WeChat.

L’annuncio delle telefonate è arrivato dallo stesso Ceo di WhatsApp Jan Koum che ha parlato sul palco del Mobile World Congress in corso in questi giorni a Barcellona. Koum ha assicurato anche che la sua creatura continuerà a non accettare pubblicità e, soprattutto, che resterà indipendente da Facebook. Una rassicurazione, questa, arrivata anche da Mark Zuckerberg durante il suo attesissimo intervento a Barcellona. Il Ceo del colosso del social networking ha spiegato che WhatsApp vale molto più dei 19 miliardi spesi e che non saranno introdotti cambiamenti alle policy di privacy (almeno nell’immediato).

Guarda l’INFOGRAFICA con tutti i numeri di WhatsApp

Leggi tutto