Istat: Pil di nuovo in crescita. Non accadeva dal 2011

1' di lettura

Timidi segnali positivi per l'economia italiana. Il Prodotto interno lordo ha registrato un +0,1% nell'ultimo trimestre del 2013. Ma, su base annua, il dato è diminuito dell'1,9%. L'istituto: "In due anni persi 63 miliardi"

L'economia italiana torna a crescere. Nel quarto trimestre 2013, il Pil ha segnato un +0,1% rispetto al trimestre precedente. Il dato arriva dopo nove trimestri consecutivi di segno meno o di mancata crescita. A dirlo è l'Istat, secondo cui l'ultimo trimestre positivo era stato il secondo del 2011 (+0,2%).

Nel 2012 calo del 2,5% -
Il lieve incremento - sottolinea l'istituto - è la sintesi di un andamento positivo del valore aggiunto nei settori dell'agricoltura e dell'industria e di una variazione nulla del valore aggiunto nel comparto dei servizi. Sempre nella giornata di venerdì 14, l'Istat ha reso noto che, in base alle stime preliminari, nel 2013 il Pil è diminuito dell'1,9%. Nel 2012 lo stesso indicatore era risultato in calo del 2,5%.

In due anni persi 63 miliardi -
Per l'Istat in due anni il Pil è sceso di 63 miliardi, passando dai 1.425,5 miliardi del 2011 ai 1362,5 dello scorso anno. Rispetto  al 2012 il calo è di 26,5 miliardi. Il dato del 2013 non è ancora riuscito a recuperare i livelli quando si attestò a 1393,5 miliardi di euro.

Leggi tutto