Istat: in paniere 2014 sigarette elettroniche e cialde caffè

1' di lettura

Il sistema per il calcolo dell'inflazione sarà composto da 1.447 prodotti, aggregati in 614 posizioni. Escono yogurt biologico, tailleur e riparazioni informatiche. Tra le new entry anche giornali online, formaggio spalmabile e fotocamera 'large sensor''

Nel paniere per il calcolo dell'inflazione entrano sigarette elettroniche, sacchetti ecologici, giornali quotidiani online, notebook ibridi e capsule per il caffè. A renderlo noto l'Istat, che fa sapere come, nel 2014, il paniere per la rilevazione dei prezzi al consumo sia composto da 1.447 prodotti, aggregati in 614 posizioni rappresentative (erano 603 nel 2013).

Escono dal paniere yogurt biologico, tailleur (sostituiti rispettivamente da yogurt probiotico e abito donna) e le riparazioni di apparecchi audiovisivi o informatici, servizio per cui la spesa delle famiglie risulta ormai minima.
Tra le nuove entrate anche il formaggio spalmabile in confezione e la fotocamera 'large sensor''.

La struttura di ponderazione dell'indice Nic ("Intera collettività nazionale") vede in aumento, rispetto al 2013, il peso relativo delle divisioni di spesa prodotti alimentari e bevande analcoliche, altri beni e servizi, servizi sanitari e spese per la salute, servizi ricettivi e di ristorazione e, in misura contenuta, ricreazione, spettacoli e cultura e istruzione. I cali più rilevanti in termini assoluti riguardano invece le divisioni trasporti, abbigliamento e calzature e comunicazioni.

Tra le nuove voci che articolano in più categorie prodotti già presenti nel paniere, figurano il 'latte fresco alta qualità, il 'latte a lunga conservazione alta digeribilità, i costumi da piscina e i pantaloni per i bambini, il test di gravidanza, lo pneumatico termico, la vaccinazione di animali domestici, il parcheggio di auto a lunga sosta e lo spazzolino elettrico.

Dall'Istat anche i dati sul tasso d'inflazione che a gennaio è rimasto stabile allo 0,7% annuale, valore più basso da novembre 2009. Su base mensile il tasso aumenta dello 0,2%, come a dicembre.

Federico Polidoro, dirigente Istat del servizio prezzi al consumo,

Leggi tutto