Saldi al via. Si comincia in Campania e Basilicata

1' di lettura

Secondo Confcommercio, su 25,8 milioni di famiglie italiane ben 16 milioni faranno ricorso agli sconti. La spesa media si aggirerà sui 150 euro a testa. Confesercenti: "Saranno le offerte più convenienti degli ultimi dieci anni". VIDEO

Si comincia oggi 2 gennaio in Campania e Basilicata e poi entro il fine settimana partiranno in tutta Italia i saldi invernali con promozioni di almeno il 30-40%. Sconti consistenti che, nella speranza dei commercianti, potrebbero segnare finalmente un'inversione di tendenza rispetto all'austerity degli ultimi anni di crisi, diventata ormai un'abitudine nei consumi delle famiglie italiane.

I saldi potrebbero insomma rappresentare un primo momento di riscatto dopo un 2013 pessimo per il settore dell'abbigliamento, in cui hanno chiuso, ricorda la Federazione moda dell'associazione, 11.900 negozi, quasi 1.000 al mese. Gli italiani potranno andare in cerca dei migliori affari o del regalo perfetto, trascurato prima di Natale perché troppo caro. Secondo Confcommercio, su 25,8 milioni di famiglie italiane ben 16 milioni faranno ricorso ai saldi. La spesa media si aggirerà sui 150 euro a testa (155 secondo Confesercenti, 148 secondo Confcommercio che stima un volume d'affari complessivo di 5,4 miliardi).

Secondo Roberto Manzoni, Presidente di Fismo, l'associazione Confesercenti del commercio al dettaglio di moda e abbigliamento, "i prossimi saldi saranno i più convenienti degli ultimi dieci anni: gli imprenditori praticheranno sconti sostenuti per recuperare un anno difficile: oltre alla crisi economica, il settore è stato colpito anche dal clima, con una primavera fredda e un'estate in ritardo e troppo lunga. La conseguenza è stata un aumento delle rimanenze di magazzino e quindi delle opportunità per chi acquista in saldo. Anche le vendite di Natale sono andate peggio del previsto, registrando cali su tutto il territorio nazionale".

Leggi tutto