Manovra, Bonanni a Sky TG24: "Le tasse? Tomba dell’economia"

1' di lettura

Il segretario della Cisl interviene a margine della manifestazione a Milano in occasione dello sciopero indetto dai sindacati contro la legge di stabilità. Camusso: “In questo Paese sta piovendo da tempo”. In piazza anche gli studenti

"La pioggia non ci aiuta ma in questo Paese sta piovendo da tempo". Lo sostiene il segretario generale della Cgil Susanna Camusso dal palco della manifestazione unitaria a Milano in occasione dello sciopero generale indetto dai sindacati contro la contro la legge di stabilità. Uno sciopero che avviene nel giorno in cui arriva la bocciatura dell'Ue alla legge di stabilità.
Per la leader della Cgil la manovra "è in continuità con questi ultimi anni ed è una legge che ci farà stare peggio”. E ha aggiunto: “Siamo un paese, siamo il paese delle pensioni d'oro, il paese dove i manager guadagnano il triplo dei manager tedeschi senza meritarlo". Camusso (guarda un passaggio del suo intervento) ha poi polemizzato col presidente dell'Inps Mastrapasqua dicendo che "non può continuare a raccontare una realtà che non c'è, bisogna raccontare quella vera".
E lancia un messaggio all'esecutivo: il governo non ci racconti che "c'è la crisi, sono sei anni che lo diciamo" e soprattutto "ha promesso tante cose, ne faccia almeno una. Non ci dica che c'è la ripresa nel 2014, la ripresa ci sarà quando un lavoratore non avrà più paura di perdere il posto di lavoro il giorno dopo".

Bonanni: "Le tasse sono la tomba dell'economia" - In testa al corteo anche il segretario generale della Cisl Raffaele Bonanni. “La legge di stabilità va cambiata subito la questione fiscale che come è affrontata dal governo ci apre davvero molto debole non solo per i lavoratori e i pensionati, ma anche per l’economia” ha detto. E a SkyTG24 afferma (VIDEO): "Le tasse saranno la tomba dell'economia e della democrazia in Italia. Bisogna metter le mani in modo deciso sulle tasse e per farlo bisogna tagliare le spese deviate della pubblica amministrazione". Il leader della Cisl invita il premier Letta ad “avere il coraggio di sfidare la rendita italiana che sta strozzando il Paese e le tasse sono il frutto malefico del loro potere”. E incalza: “Bisogna rilanciare la produzione, innanzitutto le manifatture. E chiedo a Squinzi di rilanciare la nostra alleanza. L’Italia senza manifatture sbanderà.



Cortei in tutta Italia. A Roma in piazza anche gli studenti - Manifestazioni contro la legge di stabilità sono in corso in diverse città. E sempre contro la manovra oggi, venerdì 15 novembre, sono in piazza anche gli studenti. A Roma il corteo, con in testa lo striscione "Questo è il volto dei diritti" e i fumogeni rossi, è partito per attraversare via Cavour e via dei Fori Imperiali e avvicinarsi il più possibile al Senato, dove è in discussione la legge di stabilità, sui cui contenuti i ragazzi vogliono esprimere il proprio dissenso.

Leggi tutto