Ryanair cambia regole. Concesse borsette e voli "silenziosi"

L'ad di Ryanair Michael O'Leary in una foto d'archivio
1' di lettura

La compagnia aerea low cost ha annunciato nuove misure per migliorare il servizio ai clienti. Si potrà anche trasportare un secondo piccolo bagaglio a mano. Un mese fa era stata eletta peggior azienda per customer service fra le prime 100 del Regno Unito

Ryanair ha annunciato una serie di misure per migliorare l'assistenza ai clienti. L'ad della compagnia aerea, Michael O'Leary, che aveva reputato i passeggeri essere interessati solo a tariffe basse e puntualità, ha ammesso di voler "ascoltare e rispondere alle esigenze dei clienti" e ha comunicato alcune variazioni.

Errori di prenotazione e voli "silenziosi" - Dal primo novembre saranno introdotte due novità. La prima è che "i clienti che prenotano direttamente sul sito Ryanair.com avranno 24 ore di tempo, dal momento della loro prenotazione originaria, per correggere eventuali errori effettuati (ad esempio errori di digitazione, di nome, di rotta)". La seconda è che prima delle 8 del mattino e dopo le 9 di sera la compagnia low cost opererà voli "silenziosi", in cui "nessun annuncio sarà fatto a bordo se non i necessari annunci di sicurezza" per fare in modo che "chiunque voglia sonnecchiare possa farlo comodamente". Infine sarà rimosso dal sito il codice di sicurezza “Recaptcha”.

Borsetta e ri-emissione carta d'imbarco - Altre modifiche al Customer Service arriveranno dal primo dicembre. La più apprezzata sarà certamente quella che "permetterà ai passeggeri di trasportare un secondo piccolo bagaglio a mano (borsetta da donna o sacchetto con acquisti in aeroporto) non più grande di 35 x 20 x 20 cm". Inoltre, "il costo di ri-emissione della carta d’imbarco Ryanair sarà ridotto da €70 a €15 per i clienti che hanno effettuato il check-in online".


Bagaglio in aeroporto - L'ultima misura ad entrare in azione riguarderà le tariffe per il bagaglio acquistato in aeroporto, che dal 5 gennaio 2014 "saranno ridotte da €60 a €30 al desk di consegna del bagaglio e da €60 a €50 al gate d’imbarco".

Il retroscena - Queste mosse fanno parte della strategia con cui la compagnia aerea punta ad accrescere i propri passeggeri "da 80 milioni a oltre 110 milioni di passeggeri all’anno nei prossimi 5 anni", ha dichiarato Michael O'Leary. Anche perché, a settembre il sondaggio di un mensile di consumatori aveva bollato Ryanair come la peggior azienda per assistenza ai clienti fra le prime 100 del Regno Unito.

Leggi tutto