Microsoft, il Guardian: "Fronda per far dimettere Gates"

Bill Gates (Getty)
1' di lettura

Secondo il giornale inglese, tre dei principali azionisti starebbero facendo pressioni sul consiglio di amministrazione per spingere il fondatore ad abbandonare la presidenza della società. Ad agosto l’ad Ballmer aveva annunciato l’intenzione di lasciare

Tre dei principali azionisti di Microsoft starebbero facendo pressioni sul consiglio di amministrazione affinché Bill Gates lasci la presidenza della società, della quale 38 anni fa è stato uno dei fondatori. A scriverlo è il Guardian, che riporta alcune fonti vicine alla situazione. L'amministratore delegato uscente, Steve Ballmer, per anni è stato criticato e spinto a migliorare le performance dell'azienda ma, se fosse vero, questa sarebbe la prima volta che i soci prendono posizione contro Gates. Ad oggi, non c'è nessuna indicazione che il Cda di Microsoft possa accogliere le richieste di questi azionisti, che assieme controllano oltre il 5% del gruppo, spiegano le fonti, che hanno chiesto di restare anonime.

I motivi della richiesta - Gates possiede circa il 4,5% della società da 277 miliardi di dollari ed è il maggiore azionista singolo. I tre soci sarebbero preoccupati che il suo ruolo come presidente blocchi di fatto l'adozione di nuove strategie e limiti la capacità di un nuovo AD di fare cambiamenti sostanziali. In particolare criticherebbero il ruolo di Gates nel comitato speciale incaricato di trovare il successore di Ballmer. Inoltre, sembrano ritenere che l'attuale presidente - che spende gran parte del suo tempo dedicandosi alla sua fondazione filantropica - abbia un potere sproporzionato rispetto alla sua partecipazione in calo.
Gates, che possedeva il 49% della società prima che venisse quotata in Borsa nel 1986, vende infatti circa 80 milioni di azioni l'anno seguendo un piano prestabilito. Se continuerà di questo passo resterà senza azioni entro il 2018. Il ruolo di Gates nella società ha iniziato ad essere meno attivo dopo che Ballmer ha assunto la carica di Ceo nel 2000. Ma ad agosto Ballmer ha annunciato che andrà in pensione entro 12 mesi.

Le dichiarazioni - La notizia ha suscitato reazioni diverse tra i vari azionisti. "Questo è atteso da tempo," ha detto Todd Lowenstein, manager presso HighMark Capital Management, che possiede azioni Microsoft. "Rimpiazzare la vecchia guardia con occhi giovani può portare quella ventata d'aria fresca necessaria a valutare correttamente la loro strategia aziendale". Kim Caughey Forrest, analista presso Fort Pitt Capital Group, ha osservato invece che per Microsoft non è il momento giusto di mollare Gates, che potrebbe anzi coprire un ruolo ancora più importante. "Credo che la compagnia manchi di un visionario tecnologico," ha detto. "Bill potrebbe essere l'uomo adatto".

Leggi tutto