Twitter compra MoPub, obiettivo: rafforzare la pubblicità

La schermata di Twitter in un'immagine di archivio (Getty Images)
1' di lettura

Il servizio di microblogging rileva la società specializzata nelle vendite pubblicitarie per il mobile. È il suo più grande acquisto: servirà, tra l'altro, per la quotazione a Wall Street

Twitter punta (ancora) sul mobile. E compra MoPub, azienda per la pubblicità sui dispositivi portatili. Un'acquisizione - milionaria - che è la maggiore mai sostenuta dal sito di microblogging. Utile anche per la quotazione in Borsa, che potrebbe arrivare all'inizio del 2014.

I motivi dell'operazione - Dopo la tv, di nuovo il mobile. A un paio di settimane dall'acquisto di Trendrr (una piattaforma che misura le prestazioni social dei programmi tv), il 9 settembre Twitter ha annunciato di aver comprato MoPub. La startup, con sedi tra San Francisco e New York, aiuterà il social network dei cinguettii a identificare in modo più preciso i suoi clienti e a raggiungerli in tempo reale. Per farlo incasserà, in base alle indiscrezioni, tra i 300 e i 400 milioni di dollari.

Il mobile per Twitter - Secondo le ultime stime, nel 2013 dalla pubblicità Twitter dovrebbe guadagnare 583 milioni di dollari. Oltre metà potrebbe arrivare da smartphone e simili. Ecco perché l'accordo con MoPub è stato salutato dal suo amministratore delegato come una "'unione naturale" fra le due società. Il lavoro della nuova arrivata? Continuare a offrire le sue consulenze ad altri siti, a cui permetterà di comprare inserzioni su Twitter, ma non solo. In questo modo, per la prima volta, il social network si avvia verso un'espansione al di là del proprio sito.

Il futuro del servizio di microblogging - Quella di MoPub è la più grande acquisizione conclusa da Twitter. La piattaforma rafforza così il suo ramo di vendite pubblicitarie. In vista dell'initial public offering (IPO), il primo passo verso l'approdo a Wall Street, atteso nel giro di alcuni mesi.

Leggi tutto