Cernobbio, Napolitano: alla Ue serve un salto di qualità

Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano in visita alla Mostra del Cinema di Venezia
1' di lettura

Il capo dello Stato in un messaggio inviato al Forum Ambrosetti: "Procedere sulla via dell'integrazione". E il presidente del Consiglio europeo Van Rompuy ringrazia Monti per il suo operato

Un "salto di qualità" per l'Unione europea, così da "procedere sulla via dell'integrazione" e "riguadagnare consenso e fiducia tra i cittadini". Lo ha chiesto il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano nel messaggio mandato al Forum Ambrosetti sui temi economici. L'obiettivo di un rafforzamento dell'Europa è anche il primo punto dell'agenda di Herman Van Rompuy, intervenuto a Cernobbio il 7 settembre. "L'Europa non è un problema, ma la soluzione", ha dichiarato il numero uno del Consiglio europeo, che ha poi ringraziato l'ex premier Mario Monti per aver salvato l'Italia da una "situazione drammatica".

Il messaggio del capo dello Stato - Quello europeo "rimane un modello di successo, che non ha perso la sua vitalità e capacità di attrazione". Lo dimostrano "alcuni recenti sviluppi", quali "l'allargamento alla Croazia del primo luglio scorso, il percorso di avvicinamento all'Unione Europea dei Paesi dei Balcani occidentali e l'adozione dell'euro da parte della Lettonia". Così il presidente Napolitano nella lettera inviata al Forum Ambrosetti. Dove ha indicato come "cruciale" per dare ancora più slancio al progetto europeo l'appuntamento elettorale del maggio 2014.

L'intervento di Van Rompuy - Positivo è anche lo scenario tracciato dal presidente del Consiglio europeo nel suo intervento alla 39esima edizione del Workshop, nel giorno dedicato a sfide e priorità comunitarie. "L'Europa può farcela, ce l'ha fatta nel passato, ce la faremo anche nel futuro. Dobbiamo risolvere la crisi senza perdere di vista il lungo periodo, sono convinto che ne usciremo rafforzati".
"La pietra angolare" dello sviluppo economico dell'Europa sarà l'unione bancaria. Prima che diventi operativa nel 2014, ha ricordato Van Rompuy, "ci sarà una revisione qualitativa del sistema bancario". Attesa pure "una grande trasformazione, soprattutto per le piccole banche".
Durante il suo discorso, Van Rompuy si è rivolto all'ex premier, seduto accanto a lui: "Senza Monti, l'Italia sarebbe andata incontro a una situazione drammatica. Grazie, Mario. La storia ti renderà merito".

Leggi tutto