Istat: giù occupazione e retribuzioni di grandi imprese

1' di lettura

Secondo l'Istituto di Statistica, a giugno il tasso di chi lavora scende, rispetto a maggio, dello 0,1% al lordo dei dipendenti in cassa integrazione guadagni e dello 0,3% al netto degli occupati in Cig. In calo anche le retribuzioni. I DATI

Occupazione e retribuzioni in calo nelle grandi imprese a giugno. L'indice calcolato dall'Istat segnala che il tasso di chi lavora scende, rispetto a maggio, dello 0,1% al lordo dei dipendenti in cassa integrazione guadagni e dello 0,3% al netto degli occupati in Cig.
Nel confronto con giugno 2012 la diminuzione è invece dell'1,4% al lordo e dell'1,3% al netto dei dipendenti in Cig. Al netto degli effetti di calendario, il numero di ore lavorate per dipendente (al netto di quelli in Cig) aumenta, rispetto a giugno 2012, dello 0,6%.

Giù le retribuzioni - L'incidenza delle ore di cassa integrazione guadagni utilizzate è pari a 34,1 ore ogni mille ore lavorate, in diminuzione di 2,9 ore ogni mille rispetto a giugno 2012.
A giugno la retribuzione lorda per ora lavorata registra una diminuzione del 2,7% rispetto al mese precedente. In termini tendenziali l'indice grezzo aumenta dell'1,6%. Rispetto a giugno 2012 la retribuzione lorda e il costo del lavoro per dipendente (al netto di quelli in Cig) registrano rispettivamente una riduzione dell'1,7% e dell'1,3%. Considerando la sola componente continuativa, la retribuzione lorda per dipendente aumenta, rispetto allo stesso mese dell'anno precedente, del 2,5%.

Leggi tutto