Microsoft, finisce l'era Ballmer: "Lascio entro 12 mesi"

Steve Ballmer (Getty)
1' di lettura

L'amministratore delegato del colosso di Redmond, 57 anni, annuncia il ritiro: "Orgoglioso dei risultati raggiunti". Resterà in carica fino a quando un comitato speciale - di cui fa parte anche Bill Gates - avrà trovato un successore

L'amministratore delegato di Microsoft, Steve Ballmer, si ritirerà dall'incarico entro 12 mesi. Lo ha annunciato oggi, venerdì 23 agosto, il colosso del software, spiegando che Ballmer intende aspettare che la società trovi un suo successore.
La società ha spiegato che un comitato speciale del consiglio d'amministrazione - di cui farà parte anche il fondatore Bill Gates - supervisionerà il processo di transizione e che per il posto lasciato libero verranno valutate candidature sia interne che esterne.

"Orgoglioso dei risultati raggiunti" -
"Non c'è mai - ha spiegato l'ad in una nota - una tempistica perfetta per questo tipo di transizione, ma ora è il momento giusto". "Amo questa compagnia - ha aggiunto - e il modo con cui abbiamo contributo a inventare e diffondere il pc. Sono orgoglioso dei risultati raggiunti". Ballmer ha così ricordato come, durante la sua guida, l'azienda sia cresciuta "da un fatturato di 7,5 milioni di dollari a uno di 78 miliardi, con un numero di dipendenti passato da 30 a oltre 100mila". Un successo in cui sente di "avere avuto una  parte, essendomi sempre impegnato emotivamente al 100 per 100".

L'era di Ballmer - Ballmer, 57 anni, è amministratore delegato dal 2000 ma lavora alla Microsoft dal 1980. A lui, come nota anche il Wall Street Journal, è toccato il compito di guidare il colosso di Redmond in una fase in cui i personal computer hanno ceduto il passo ai dispositivi mobili. Un cambiamento che ha portato Microsoft a creare un proprio tablet per cercare di fronteggiare la concorrenza.

Leggi tutto