Ilva, Zanonato: "Fare di tutto per farla restare italiana"

1' di lettura

Il ministro per lo Sviluppo economico è ospite de L'intervista di Maria Latella, lo spazio di approfondimento di SkyTG24: "Non vogliamo che chiuda questa attività. E' strategica per il paese. Dall'industria siderurgica dipende quella meccanica"

Flavio Zanonato, ministro dello Sviluppo economico, è ospite de L'intervista di Maria Latella, lo spazio di approfondimento di SkyTG24. Parlando della questione dell'Ilva l'ex sindaco di Padova ha spiegato che il polo dell'acciaio, e l'Ilva in particolare, "deve rimanere italiano, dobbiamo fare di tutto per farlo rimanere italiano. E' una questione strategica: dalla siderurgica dipende la meccanica, per rimanere competitiva deve avere acciaio prodotto in luoghi abbastanza vicini". E ha aggiunto: "Se si ferma un'azienda di questo tipo possiamo dire addio a tutta l'industria siderurgica e avremmo problemi con l'industria meccanica".

Zanonato: "L'unica via è risanare" - L'Ilva "deve essere risanata. L'alternativa non esiste" ha detto il ministro, spiegando che "non è che se chiudiamo l'Ilva risolviamo il problema ambientale, ma come è successo a Piombino o a Bagnoli rischiamo un enorme degrado senza aver affrontato il problema produttivo e ambientale. C'è una sola strada, risanare, e continuare a produrre acciaio che è assolutamente necessario per la nostra economia".

"Non ci sono le condizioni per un commissariamento" - "Domani (lunedì 27 maggio, ndr) e in un incontro che ci sarà martedì anche con il premier Letta, discuteremo a fondo di tutti gli aspetti della faccenda e prenderemo in mano la situazione, perché una cosa è certa: non vogliamo che chiuda questa attività, come non vogliamo che chiudano altre" ha detto Zanonato, spiegando che "non mi pare che ci siano le condizioni per un commissariamento".

"Passera ha fatto bene, ma ora avremo più risorse"
- Parlando poi della situazione più in generale Zanonato ha difeso l'operato del suo predecessore: "Corrado Passera ha lavorato molto bene, in una fase di estrema difficoltà per l'economia del paese. Noi dovremo avere margini un po' più ampi di manovra, adesso che si chiude il processo di infrazione. Avremo la possibilità di accedere di più al credito, perché i soldi sono quelli".

L'intervista integrale a Flavio Zanonato:


Leggi tutto