Crisi, una famiglia su tre non porta i figli dal dentista

1' di lettura

Secondo il congresso nazionale dei docenti di Odontoiatria nel 2012 le domande per apparecchi sono crollate del 40%, mentre sono in aumento le richieste al servizio sanitario nazionale. Il sistema rischia il collasso

Nuovi dati allarmanti sulla crisi che colpisce le famiglie e le imprese italiane. Secondo i dati forniti dal Congresso Nazionale del Collegio dei Docenti di Odontoiatria una famiglia italiana su tre ormai non può più permettersi di portare i figli dal dentista. Secondo i numeri forniti dal congresso, in Italia il 90-95% dell'assistenza odontoiatrica è privata e ora i genitori portano i bambini dal dentista per la prima visita, ma poi sempre di più rinunciano alle cure per le alte spese.

Servizio sanitario pubblico a rischio collasso - Nel 2012 le richieste di apparecchi per correggere i denti sono crollate del 40% e, secondo gli odontoiatri, circa due milioni di bambini rischiano danni danni ai denti. Nello stesso periodo le richieste di cure ai denti al servizio sanitario nazionale sono aumentate del 20%, ma i 3.500 dentisti che operano nel pubblico, erogando 4 milioni di prestazioni l'anno, sono ormai al collasso. "Le poltrone nell'SSN sono meno di 2800 e l'alto costo delle prestazioni rende difficile un'offerta adeguata", spiega Antonella Polimeni, presidente del Collegio Nazionale.


Leggi tutto