Facebook si rifà il look. A tutta immagine

1' di lettura

Il social network ha presentato la nuova versione del News Feed, la pagina dove scorrono gli aggiornamenti degli amici. Più spazio alle foto e alla personalizzazione. Ma per alcuni osservatori è diventato più simile ai concorrenti

di Raffaele Mastrolonardo

Immagini più grandi. Meno confusione. Maggiore controllo sui contenuti. Il nuovo Facebook, presentato giovedì scorso da Mark Zuckerberg in persona, può essere sintetizzato così. O, per dirla con le parole del fondatore, come un “quotidiano personalizzato” in cui viene dato più spazio alle foto. I cambiamenti introdotti riguardano infatti il cosiddetto News Feed, ovvero la pagina in cui scorrono gli aggiornamenti sulle attività degli amici, e, nelle intenzioni dell'azienda, dovrebbero riuscire a catalizzare meglio l'attenzione dell'utente e stimolare l'interazione tra le persone. Il restyling completa un processo, iniziato con l'introduzione della Timeline per le pagine degli utenti, verso la preminenza dell'elemento visivo rispetto a quello testuale. Un processo, fanno notare gli osservatori, che accomuna tutti i maggiori social network.

I cambiamenti – Dunque, quello che gli utenti vedranno una volta che il nuovo News Feed sarà gradualmente attivato, sarà una pagina più pulita con immagini (o video, o mappe) più grandi. L'effetto, nelle intenzioni dell'azienda, dovrebbe rappresentare l'equivalente del passaggio “da una vecchia tv a tubo catodico a una a schermo piatto”, come ha detto uno degli sviluppatori nel video di presentazione della funzionalità. A differenza di una televisione, però, il palinsesto sarà nelle mani dello spettatore. Il quale potrà scegliere con più libertà quali programmi seguire grazie ad una maggiore varietà di filtri. Potrà vedere solo gli aggiornamenti più recenti oppure potrà scegliere di concentrarsi esclusivamente sulle foto o solo sulla musica.

Reazioni – Gli addetti ai lavori hanno già cominciato a dire la loro. Secondo Taylor Hatmaker del magazine online RedWriteWeb, la nuova impaginazione potrebbe portare con sé una maggiore quantità di bruttezza. La gran parte delle immagini condivise sul social network non sono esattamente artistiche. Il rischio, dunque, è di dare maggior evidenza a contenuti visivi che non è detto la meritino creando l'effetto di un pugno in un occhio. Secondo Dan Faber di Cnet, invece, il cambiamento di Facebook è in linea con le mosse di altri social network. Da quella di Google Plus che ha introdotto da poco foto di copertina più grandi, a quella di Twitter che consente ora agli utenti di inserire nei loro messaggini contenuti multimediali. Insomma, secondo il giornalista americano, il flusso di notizie, almeno nella sua presentazione grafica, sta diventando sempre più “standardizzato”. La vera innovazione (e la sfida) riguardano i software sottostanti e la loro capacità di selezionare i contenuti rilevanti e stimolare interazione tra gli utenti.

Come averlo? - Per capire invece come la pensano gli utenti bisognerà aspettare qualche tempo. Anche per evitare le reazioni negative che in passato hanno accolto alcuni cambiamenti, Facebook ha infatti deciso di procedere ad un'introduzione graduale dell'innovazione. Chi morisse dalla curiosità e volesse accelerare i tempi può andare sulla pagina di presentazione delle novità e mettersi in lista.

Guarda la presentazione del news feed


Leggi tutto