Borse, male in tutta Europa. Piazza Affari chiude a -4,5%

1' di lettura

Giornata nera per i mercati europei. In Italia, secondo il Wall Street Journal, pesano le inchieste su Monte dei Paschi e "la possibilità che Berlusconi possa tornare al potere". Risale lo spread tra Btp-Bund

Torna la paura sui mercati e Piazza Affari (-4,5%) viene travolta da un'ondata di vendite che parte dalle banche ma che spazza poi tutto il listino, in una giornata che ha visto chiudere in negativo tutte le piazze europee, con Milano maglia nera in un'Europa che teme anche l'ipotesi di elezioni anticipate in Spagna. Torna ad allargarsi anche lo spread, il differenziale tra Btp e Bund.

Wall Street Journal: "Mps e promesse di Berlusconi pesano sui mercati" - Secondo il Wall Street Journal il tonfo dei titoli del settore bancario è legato alle preoccupazioni per il "settore bancario italiano" e per la "corruzione politica" per quanto riguarda la Spagna. In Italia, prosegue il giornale, la debolezza del settore finanziario è stata "aggravata da un'inchiesta penale sul trading di derivati", ovvero quella aperta dalla procura di Trani. "Inoltre", sottolinea ancora il quotidiano americano, "l'ex primo ministro Silvio Berlusconi, che sta avanzando nei sondaggi, ha promesso di abbassare le tasse se eletto; in molti temono che ciò lasci intuire che il paese possa mettere pressione sui conti". Promesse che Daragh Maher, analista di Hsbc Holdings sentito dal Wall Street Journal, definisce "minacce al programma di austerità". Un altro analista, Paul Vigna, in un'intervista video apparsa anch'essa sul sito del giornale statunitense, ha poi sottolineato come il "trambusto" in Italia e "la possibilità che Berlusconi possa tornare al potere" siano tra le ragioni dell'andamento odierno dei mercati. Alle accuse del giornale ha replicato il Cavaliere secondo cui la colpa è solo della situazione del Monte dei Paschi: il caso, ha spiegato, "porta la sfiducia degli operatori internazionali".

Financial Times: "Timori sull’esito del voto in Italia" - Anche il Financial Times ha commentato “l’improvviso” crollo a Piazza Affari e la risalita dello spread. “Il riemergere di Silvio Berlusconi” e il fatto che i sondaggi mostrino che “l’ex premier sta restringendo il gap con il centrosinistra ha aumentato i timori sull’esito del voto in Italia”, si legge nell’edizione online.

Vola lo spread -
Lo spread tra Btp decennali e Bund tedeschi equivalenti torna ad allargarsi e chiude a un massimo di seduta di 287 punti sulla scia dell'accresciuta incertezza politica. Il rendimento del decennale è al 4,48%. Si espande anche lo spread Bonos/Bund, impennatosi a 385 punti per un tasso del 5,45% a causa dell'inchiesta sulle presunte tangenti pagate a esponenti del Partito Popolare, che mina la stabilità del governo Rajoy.

Leggi tutto