Gas, Authority: "Nel 2013 bollette giù del 6-7%"

1' di lettura

Le famiglie potranno risparmiare fino a 90 euro l'anno. Adusbef e Federconsumatori: in due anni le tariffe sono aumentate del 23,7%, ma i prezzi del metano sul mercato internazionale sono diminuiti del 20%

Buone notizie per le famiglie italiane. Le bollette del gas scenderanno complessivamente nel 2013 del 6-7%, con un risparmio pari a circa 90 euro su base annua. Lo ha annunciato l'Autorità per l'energia spiegando che questa diminuzione è frutto dell'imminente introduzione di nuovi meccanismi di aggiornamento della materia prima. Proprio sabato 19 febbraio, Adusbef e Federconsumatori avevano denunciato che l'aumento delle tariffe del gas negli ultimi due anni aveva toccato il 23%. Il + 13,4% solo nel 2012, ha dichiarato Coldiretti.

Giù le bollette da aprile - La novità sulle bollette del gas inizierà già da aprile. Le tariffe inizieranno infatti a diminuire per effetto dei nuovi meccanismi di aggiornamento che l'Autorità per l'energia si appresta a introdurre. Lo spiega la stessa Autorità, secondo cui il decremento complessivo sarà del 6-7%, con un risparmio di circa 90 euro su base annua. Il nuovo meccanismo consentirà un'azione "molto incisiva" a beneficio di famiglie e piccoli consumatori, proseguendo nel percorso già avviato dal 2011 per contenere le bollette e trasferire i benefici derivanti dalla maggiore concorrenza sui mercati all'ingrosso e dall'avvicinamento dei prezzi italiani a quelli Ue, reso possibile anche grazie all'istituzione da parte dell'Autorità del mercato di bilanciamento, in grado di fornire un prezzo 'spot' non più legato a contratti di lungo periodo.
Per l'energia elettrica, ricorda l'Autoritaà, le bollette sono già diminuite dell'1,4% con una minore spesa di 7 euro a famiglia mentre la forbice di prezzi dell'elettricità con gli altri paesi europei si sta attenuando. "Occorre quindi proseguire con le riforme avviate, in costante raccordo con le associazioni dei consumatori, nel comune intento di tutelare i clienti finali", conclude l'organismo di controllo.

In due anni +23% - E poche ore prima dell'annuncio dell'Authority, erano intervenute Adusbef e Federconsumatori per denunciare che, anche se negli ultimi due anni il prezzo  del metano sui mercati internazionali è sceso del 20%, per le bollette sono continuati i rincari pari al  23,7%, più di 4 volte l'inflazione, generando una perdita del potere  di acquisto ad esclusivo vantaggio dei gestori.

Coldiretti: bene i tagli dopo il +13,4% del 2012 - E interviene anche Coldiretti che, sulla base dei dati ufficiali dell'Istat sull'inflazione, afferma: è positivo l'annuncio del taglio delle bollette da parte dell'Autorità per l'energia dopo che nel 2012 i prezzi dei beni non regolamentati come l'energia elettrica e il gas naturale hanno subito un rincaro record del 13,4%, più che raddoppiato rispetto a quello del 2011 (6,3%).

Leggi tutto