Ue, crolla il mercato dell'auto: è il maggior calo dal 1993

1' di lettura

A dicembre le nuove immatricolazioni nei 27 Paesi dell'Unione più quelli Efta sono state 838.428 contro le 997.842 del dicembre 2011, con una contrazione del 16%. Classifica dei costruttori europei: la Fiat è settima

Nel 2012 le nuove immatricolazioni in Europa hanno toccato il livello più basso dal '95, totalizzando 12.053.904 auto: con la conseguenza che il mercato dell'auto nei 27 Paesi Ue ha segnato un calo dell'8,2%, il maggior ribasso dal 1993 (-16,9%). Lo comunica l'Acea, l'associazione che riunisce i costruttori di auto presenti in Europa
A dicembre le nuove immatricolazioni nei 27 Paesi Ue più quelli Efta sono state 838.428 contro le 997.842 del dicembre 2011, con una contrazione del 16%.A novembre la flessione era stata del 10,1%. Nella sola Europa a 27 le nuove immatricolazioni a dicembre sono calate del 16,3% a quota 799.407.

Costruttori europei, la Fiat è settima - Nella top ten del 2012 dei principali costruttori di auto in Europa, il Gruppo Fiat si posiziona al settimo posto, ad un soffio dalla concorrente Bmw: la casa automobilistica torinese, registra infatti 798.542 nuove immatricolazioni, appena 735 in meno rispetto al gruppo di Monaco; ed entrambe ottengono una quota di mercato pari al 6,4%. Primo in classifica il gruppo Volkswagen, seguito da Psa Peugeot Citroen e Renault, che registra la flessione piu' marcata (-18,9%) nelle vendite nella top ten.

Dall'Italia la flessione maggiore - Considerando i 27 Paesi Ue più quelli Efta le nuove immatricolazioni nel 2012 sono calate del 7,8% a 12.527.912. Tra i cinque principali mercati dell'auto in Europa, l'Italia è quella che nel 2012 registra la flessione maggiore (-19,9% a 1.402.089 nuove vetture). Cali a doppia cifra anche per Francia (-13,9% a 1.898.760) e Spagna (-13,4% a 699.589). In ribasso le vendite anche in Germania (-2,9% a 3.082.504), mentre la Gran Bretagna registra un aumento delle nuove immatricolazioni del 5,3% a 2.044.609 unità.

Leggi tutto