Bankitalia, debito pubblico record: superati 2 mila miliardi

1' di lettura

Oltrepassato per la prima volta nella storia questo tetto. A fine 2011 il disavanzo era pari a 1.906,7 miliardi. In calo invece quello degli enti locali. In base a questi calcoli ogni cittadino italiano, neonati compresi, è indebitato per 33 mila euro

Il debito pubblico italiano a fine ottobre scorso ha superato per la prima volta il tetto dei 2.000 miliardi, attestandosi a 2.014,7 miliardi dai 1.995,1 di settembre.  Lo rende noto Bankitalia nell'ambito del supplemento al bollettino di Finanza pubblica diffuso venerdì 14 novembre. A fine 2011 il debito pubblico era pari a 1.906,7 miliardi.

Ci costa 33 mila euro a testa - Al livello raggiunto a ottobre il debito pubblico italiano pesa per circa 33.081 euro a testa, bebè compresi E' quanto è possibile calcolare incrociando i dati diffusi dalla Banca d'Italia con le ultime stime de l'Istat che calcola 60,9 milioni di residenti in Italia a gennaio.

Diminuisce il debito degli enti locali - In calo invece il debito per gli Enti locali, che scende a 134,205 miliardi(da 134,551 miliardi). In particolare, quello delle Regioni e Province autonome cala a 40.523 mln (da 40.680 mln), quello dei Comuni a 50.051 mln (da 50.251 mln), mentre quello delle Province sale a 9.115 mln (da 9.095 mln).
A livello geografico il debito cala in tutta la penisola ad eccezione del Nord Est, dove a ottobre cresce a 17.126 milioni, dai 17.098 milioni di settembre. Nel Nord ovest invece scende a 32.469 milioni (da 32.529 mln), nel Centro a 31.652 milioni (da 31.924 mln), nel Sud cala a 25.391 mln (da 25.411 mln) e nelle Isole a 9.986 milioni (da 10.012 mln).

Debito accumulato in 151 anni - Il Gran Libro del debito pubblico del Regno d'Italia fu istituito il 10 luglio del 1861 per farvi confluire le passività degli Stati prima della formazione di una nazione unitaria, l'Italia, appunto. Da quell'anno zero, con miliardi di debito accumulato, due guerre mondiali e governi di ogni colore, il 2012 verrà ricordato come l'anno in cui, in un giorno di ottobre, la montagna ha superato un'altezza di 2.000.000.000.000 (duemila miliardi) di euro.

Leggi tutto