Monti: pareggio di bilancio nel 2013

1' di lettura

Il premier da Bruxelles: con la legge di stabilità "l'Italia avrà una delle migliori posizioni nell'Unione Europea". E sul suo governo nota: "E' più popolare dei partiti che in passato non hanno fatto le riforme perché erano impopolari"

Con la legge di bilancio l'Italia raggiungerà pareggio strutturale nel 2013. A dirlo è il presidente del Consiglio, Mario Monti, a Bruxelles. Con la legge di stabilità adottata il 10 ottobre, "l'Italia avrà una delle migliori posizioni di bilancio nella zona dell'euro, come rilevato dal Fmi".

Il premier ha sottolineato che "il nostro debito pubblico è indubbiamente alto", ma quando parliamo delle relazioni tra Italia e Ue, l'Italia non è un Paese indebitato, malgrado vi sia un "pregiudizio" in questo senso. "Probabilmente siamo il Paese della zona dell'euro che ha dato il maggior contributo per gli aiuti alla Grecia", ha aggiunto. Da Monti è arrivato anche l'auspicio che il Vertice Ue di ottobre raggiunga "un accordo politico sul meccanismo unico di supervisione bancaria".

A proposito del suo esecutivo ha infine fatto notare come nonostante i sacrifici chiesti agli italiani, il governo sia "più popolare dei partiti che in passato non hanno fatto le riforme perché erano impopolari".

Leggi tutto