Berlino a Berlusconi: "Germania fuori da Euro? Idea assurda"

Steffen Seibert, portavoce del governo tedesco, con Angela Merkel
1' di lettura

Dura risposta del portavoce di Angela Merkel al Cavaliere, secondo cui un'uscita tedesca dalla moneta unica non sarebbe una tragedia. Seibert poi aggiunge: "La Cancelliera lavora molto bene con Mario Monti"

Non sarebbe una grande tragedia se la Germania uscisse dall'Euro? Un secco no all'ipotesi formulata da Silvio Berlusconi nel corso di un incontro con i giornalisti trova il secco no del governo di Berlino. "E' un'idea semplicemente assurda" dice il  portavoce del governo tedesco, Steffen Seibert, nel corso della "Bundespressekonferenz", la settimanale conferenza stampa a Berlino. Il portavoce ha altresì confermato che Angela Merkel "lavora bene e strettamente con il governo Monti". Interrogato su come il governo tedesco vedrebbe un eventuale Monti-bis, Seibert ha affermato che "da portavoce del governo tedesco non vorrei raccomandare ai partiti di un altro Paese come devono comportarsi prima di un'elezione. Le riforme sono necessarie per l'Italia e per l'Europa". "In questo senso", ha concluso Seibert, "il governo tedesco come partner ed amico dell'Italia spera che questo spirito si ritrovi nella politica italiana anche dopo le prossime elezioni parlamentari".

Toni simili anche da parte dell'ambasciatore di Berlino a Roma che, a margine della cerimonia di consegna a Claudio Magris  della Commenda dell'Ordine al Merito della Repubblica Federale di  Germania conferito dal presidente Joachim Gauck, spiega che un uscita tedesca dall'Euro, "sarebbe una tragedia per tutta l'Europa, per noi tutti."

Leggi tutto