Berlino tassa i motori di ricerca. Google News nel mirino

1' di lettura

Il governo tedesco ha approvato un disegno di legge che impone il pagamento dei diritti d'autore ai media tedeschi in caso di visualizzazione dei titoli delle notizie sui loro siti web. Il colosso americano: "Giorno nero per internet"

Il governo tedesco ha approvato un controverso disegno di legge che imporrà ai motori di ricerca il pagamento dei diritti d'autore ai media tedeschi ogni volta che verrà visualizzato una notizia pubblicata dai siti web delle testate giornalistiche online. La filiale tedesca di Google ha condannato la legge parlando di "un giorno nero per internet", augurandosi che il Parlamento respinga il progetto legislativo.

Il portavoce Kay Oberbeck ha dichiarato: "La ricerca sulla Rete sarebbe enormemente danneggiata in Germania. Si tratterebbe di un'interferenza su Internet che non ha paragoni nel resto del mondo". La misura è stata ampiamente criticata sul web. I Verdi e il partito dei Pirati hanno già annunciato la loro opposizione al Bundestag.

I blog si salvano - Fino ad oggi, infatti, i siti aggregatori di notizie non sono sottoposti in Germania all'obbligo di pagare i diritti per la pubblicazione dei titoli e delle anteprime degli articoli. L'obiettivo del disegno di legge è quello di modificare la normativa sul diritto d'autore, consentendo ai media di concedere in licenza l'uso dei titoli dei propri articoli. Il portavoce del  governo Steffen Seibert: "La legge dovrebbe applicarsi solo ai portali di notizie con finalità commerciali, mentre blog, gruppi non-profit e altre associazioni potrebbero continuare a rilanciare i titoli sui propri siti senza pagare".

Leggi tutto