Pensioni, il 25 luglio Cgil in piazza per gli esodati

1' di lettura

Nuova giornata di mobilitazione nazionale per rivendicare una soluzione previdenziale. "Rimangono fuori da ogni copertura 200.000 tra lavoratori e lavoratrici" denuncia il sindacato di Corso Italia

Cgil di nuovo in piazza per gli esodati: mercoledì 25 luglio ha proclamato una giornata di
mobilitazione nazionale
per rivendicare una soluzione previdenziale per tutti i lavoratori interessati. "Aver aggiunto con il decreto sulla spending review 55.000 lavoratori ai 65.000 fino ad ora testardamente conteggiati - si legge in una nota di Corso Italia - se da un lato significa l'implicita ammissione di aver clamorosamente sbagliato i conti, dall'altro non rappresenta la soluzione del problema. Rimangono fuori da ogni copertura, infatti, almeno altri 200.000 tra lavoratori e lavoratrici".
Per la Cgil tutto ciò "non è ammissibile. Non ci sono lavoratori che meritano di essere
salvaguardati mentre altri no", commenta il sindacato. "C'è bisogno di ricostruire una certezza del diritto che una riforma, fatta senza alcuna gradualità e flessibilità,  ha duramente colpito. Governo e Parlamento non possono procrastinare ulteriormente la soluzione di un problema di enorme rilevanza sociale".

Leggi tutto