Al via i saldi. Adusbef: "Solo 1 su 3 ne approfitterà"

1' di lettura

Parte la stagione degli sconti. Per le associazioni dei consumatori la spesa media sarà solo di 127 euro a famiglia. Confcommercio più ottimista: l'esborso complessivo sarà di 3,7 miliardi

Dopo la partenza anticipata di Basilicata e Molise una settimana fa, i saldi estivi scattano nel resto d'Italia. Confcommercio, pur "non prevedendo una stagione particolarmente entusiasmante" a causa della crisi che deprime i consumi, stima una spesa di 250 euro a famiglia per i circa 15 milioni di nuclei familiari che si metteranno in cerca di capi scontati.
La spesa per persona dovrebbe aggirarsi di poco sopra i 100 euro, per un esborso complessivo di 3,7 miliardi di euro, pari al 12% del fatturato annuo del comparto.

Per le associazioni dei consumatori, invece, la crisi che morde le tasche allontana anche dai saldi. Secondo Federconsumatori e Adusbef, solo una famiglia su tre approfitterà della stagione degli sconti, e la spesa media "si attesterà a circa 127 euro a famiglia, comportando cos un giro di affari pari ad 1 miliardo e 16 milioni di euro".
Le associazioni sottolineano "le gravi ripercussioni che questo andamento avrà sul benessere delle famiglie anche e sull'intera economia. Per questo si fa sempre più urgente un rilancio del potere di acquisto, necessario per rimettere in moto il sistema economico e produttivo".
Ancora più pessimista il Codacons che prevede "un vero e proprio flop", "una flessione delle vendite del 20% rispetto allo scorso anno, con punte del 30% in alcune città".
Secondo l'associazione a tutela del consumatore "la spesa procapite nel periodo di sconti non supererà gli 80 euro".

Leggi tutto