Istat: disoccupazione giovanile al 36,2%, mai così alta

1' di lettura

Cala leggermente a maggio il numero dei senza lavoro (10,1% contro il 10,2% di aprile), ma è record di giovani senza occupazione: in aumento di 0,9 punti percentuali rispetto ad aprile

Cala leggermente la disoccupazione a maggio ma è record per quella giovanile. Il tasso complessivo calcolato dall'Istat, si è attestato al 10,1% contro il 10,2% di aprile, quando fu toccato il massimo dall'inizio delle serie storiche, e in aumento di 1,9 punti rispetto all'anno precedente. Ma tra i giovani di età compresa tra i 15 e i 24 anni, il tasso di disoccupazione raggiunge il 36,2%, in aumento di 0,9 punti percentuali rispetto ad aprile. Si tratta di un livello record sia rispetto all'inizio delle serie storiche mensili nel 2004 sia rispetto a quelle trimestrali nel quarto trimestre del 1992.

Per quanto riguarda il tasso di occupazione di tutte le fasce di età, quello maschile, pari al 67,2%, aumenta di 0,1 punti percentuali rispetto ad aprile e diminuisce di 0,3 punti su base annua. Quello femminile, pari al 47,2%, aumenta di 0,2 punti percentuali in termini congiunturali e di 0,8 punti rispetto a dodici mesi prima.

Per quanto riguarda la zona euro, secondo Eurostat, la disoccupazione è in lieve aumento nel mese di maggio a 11,1% contro l'11% di aprile scorso (nel maggio 2011 era al 10%). A maggio i disoccupati nella Ue a 27 erano 24,868 milioni, di cui 17,561 milioni nei 17 paesi della zona euro. Spagna e Grecia mantengono i tassi di disoccupazione più alti, con il 24,5% e il 21,9% rispettivamente. Forte aumento della disoccupazione a Cipro (dal 7,5% al 10,8%).

Leggi tutto