Benzina, dopo la mossa di Eni scatta la guerra degli sconti

1' di lettura

Nel primo weekend in cui è stato possibile beneficiare dei ribassi di 20 centesimi per il rifornimento in modalità Iperself, anche le altre compagnie si sono adeguate venendo incontro agli automobilisti. Diesel a 1,495 euro al litro, benzina a 1,595

Scendono (un po') i prezzi della benzina, almeno nel weekend. Dopo la mossa di Eni, con i forti  ribassi su Iperself nel fine settimana, sugli impianti self-service si è registrata una vera e propria “guerra” di sconti con la risposta di altre compagnie.
Come emerge dal monitoraggio di quotidianoenergia.it, se Eni ha portato fra sabato e domenica benzina e diesel rispettivamente a 1,600 e 1,500 euro/litro su circa 3.000 punti vendita, Q8 ha risposto con ribassi su Q8Easy a 1,495 e 1,595 euro/litro per benzina e diesel sulla linea Easy e 1,500 e 1,600 su  quella tradizionale mentre Esso ha ritoccato a 1,595 euro/litro e 1,495 per il diesel su alcune centinaia di impianti.

Non si sono fatte attendere anche le mosse delle pompe no-logo che hanno praticato da subito prezzi simili (1,499 e 1,599 euro/litro) e anche le pompe legate alla grande distribuzione. I prezzi medi nazionali sul servito restano comunque a 1,821 euro/litro per la  benzina, 1,708 per il diesel e 0,811 per il Gpl. Punte massime per la  benzina sotto a 1,900 euro/litro (1,898), diesel a 1,746 e Gpl 0,840.

Quello appena trascorso, del 16 e 17 giugno, è stato il primo weekend dell'iniziativa dell'Eni, che per tutti i fine settimana estivi ridurrà il costo del carburante (di circa 20 centesimi rispetto alla modalità servito) per tutti i consumatori che faranno rifornimento in modalità iperself (ovvero in maniera autonoma).

Leggi tutto