Imu e tasse locali: è Roma la città più colpita

1' di lettura

Secondo uno studio della Uil nel 2012 si prevede per gli italiani una stangata di 1.400 euro medi che raggiungono i 3.000 nella capitale (2.500 a Milano e Bologna). Intanto sulla prima rata dell'imposta sulla casa il governo conferma: nessuna proroga

E' Roma la città che subisce il "salasso" maggiore in termini di imposizione fiscale locale: tra Imu, addizionale Irpef e Tarsu, infatti, in media il 2012 peserà sulle famiglie per 3.042 euro. Non meglio Bologna con un esborso medio di circa 2.580 euro, e Milano, con 2.519 euro. In media per gli italiani sarà una stangata da 1.400 euro. Lo rivela uno studio della Uil diffuso proprio nel giorno in cui il governo, per bocca del viceministro dell'Economia Vittorio Grilli, conferma che non intende prorogare la scadenza della prima rata dell'imposta sulla casa.

La stangata da Aosta a Palermo -
Non meno pesante la stangata in arrivo ad Aosta dove l'effetto congiunto di 4 imposte arriva a sfiorare i 1.544 euro medi a famiglia. Segue la citta di Trento che prevede un esborso medio di 1.353 euro, Palermo a quota 1.303 euro e Cagliari. Circa 50 le città che hanno deliberato l'Imu sulla prima casa, mentre 21 (il 42% del totale del campione). Quattro città hanno scelto l'aliquota massima del 6 per mille, Caserta, Catania, Parma e Rovigo; mentre Torino ha scelto il 5,75 per mille; Napoli, Roma, Genova, Cagliari e Perugia il 5 per mille. Circa 25, invece le città (il 50% del campione), che hanno mantenuto l'aliquota di base al 4 per mille (tra queste Milano, Aosta, Trento, Bologna, Firenze). Soltanto 4 città, invece, (l'8% del campione), hanno scelto di abbassare l'aliquota di base (Mantova 3 per mille; Biella 3,7 per mille; Novara 3,8 per mille; Trieste 3,9 per mille).

A Roma la media è di 639 euro -
In particolare l'Imu sulla prima casa più alta è a Roma con 639 euro medi a famiglia; a Milano 427 euro; a Bologna 409 euro; a Torino 323 euro; a Napoli 303 euro; a Pavia 303 euro. Roma sempre in testa anche per l Imu sulla seconda casa con un esborso medio di 1.885 euro; quota che arriva a Milano a 1.793 euro; a Bologna 1.747 euro; a Firenze 1.426 euro.

Addizionali irpef: gli aumenti -
Per quanto riguarda le addizionali comunali Irpef, ad oggi, 1.551 Comuni hanno deliberato le aliquote per il 2012 e tra essi 45 Città capoluogo. Il 50,8% del totale del campione ha aumentato l'aliquota (788 Comuni), rispetto al 2011; il 47,8% ha mantenuto l'aliquota del 2011 (741 Comuni), soltanto l'1,4% dei Comuni (22) l'ha diminuita. L'aliquota media passa dallo 0,42% del 2011 allo 0,47% del 2012, che significa un aumento medio di 14 euro per contribuente rispetto allo scorso anno (nel 2012 143 euro, con punte di 207 euro a Roma e 184 euro a Palermo).

Leggi tutto