Passera: “In Italia 28 milioni di persone vivono la crisi”

1' di lettura

Il ministro dello Sviluppo Economico dal palco del Festival di Trento: “Ogni giorno penso a cos’altro aggiungere per la crescita, noi del governo proviamo ansia per questa situazione: bisogna creare nuovi posti di lavoro”

In Italia la crisi è vissuta da 28 milioni di persone: è la stima del ministro dello Sviluppo Economico, Corrado Passera, intervenuto al Festival dell'Economia di Trento. "Noi - ha spiegato - siamo in una realtà in Europa dove 50 milioni di persone o sono disoccupate o sono sotto-occupate ed in Italia ci sono tra inoccupati che non cercano lavoro, disoccupati, cassintegrati e sotto-occupati 7 milioni di persone, a cui si possono collegare quattro famigliari a testa, che vivono la crisi; e significa 28 milioni di persone".
Per Passera "in tema di crescita la nostra agenda prevede un grande sforzo che - a partire dalla “Salva-Italia” - pensiamo possa portare a ridurre le perdite di lavoro ed aumentare i nuovi posti di lavoro, proprio per i quasi sette milioni di italiani che non hanno un lavoro sicuro o sufficiente". Quella del Paese è "una situazione – ha aggiunto il ministro - che noi del governo Monti viviamo con ansia: ogni giorno penso cos'altro aggiungere per la crescita; ed aggiungo crescita sostenibile e sostenuta per creare lavoro. Sostenibile è una parola concreta e quindi non drogata dal debito, se si crea crescita comperando debito pubblico o privato i nodi vengono al pettine".

Leggi tutto