Spending review: più di 95 mila mail al governo in 7 giorni

1' di lettura

Scrutinato il 20 per cento delle segnalazioni dei cittadini arrivate attraverso il sito di Palazzo Chigi. I temi principali riguardano i costi della politica, le pensioni d’oro dei dirigenti pubblici e gli sprechi nella sanità

Una segnalazione ogni due secondi, ore notturne incluse. E’ questa la frequenza con la quale gli italiani stanno indicando al governo di Mario Monti gli sprechi della pubblica amministrazione che vorrebbero eliminare. L'iniziativa era stata lanciata sul sito di Palazzo Chigi una settimana fa: un semplice modulo da compilare online per indicare spese inutili e suggerire come reperire risorse da destinare allo sviluppo e alla crescita.

E le risposte non si sono fatte attendere. I settori più bersagliati dai cittadini riguardano i costi della politica, le pensioni d’oro dei dirigenti pubblici e gli sprechi della sanità. Ma oltre alle segnalazioni arrivano anche le proposte di risparmio, come i mezzi pubblici obbligatori per tutti i dipendenti delle amministrazioni pubbliche, la razionalizzazione delle dosi per i farmaci agevolati dallo Stato e acquisti centralizzati, a livello regionale, per le forniture sanitarie.

Leggi tutto