Il primo viaggio di Italo tra sorrisi e qualche polemica

1' di lettura

Il treno del nuovo gruppo ferroviario è partito alle 7 da Napoli per Milano. Passeggeri soddisfatti, ma il Codacons avverte: "Il wifi non funzionava e non ci hanno fatto passare dalla carrozza Smart ai livelli superiori". Parziale smentita da Ntv

Dopo la lunga attesa, i collaudi, le inaugurazioni per la stampa e le alte personalità, è arrivato il giorno del primo viaggio ufficiale del nuovo treno di Ntv, unico concorrente di Trenitalia sull'Alta velocità.
Puntuale, alle 7 del mattino, Italo è partito da Napoli con destinazione Milano, facendo tappa a Roma, Firenze e Bologna. Gli orari sono stati rispettati e i passeggeri sono rimasti soddisfatti. Secondo diverse testimonianza raccolte dall'Ansa, infatti, il servizio sarebbe stato buono e il personale attento e gentile. Ma gli ispettori del Codacons hanno fatto sentire, da subito, la loro voce. In un comunicato, l’associazione dei consumatori ha fatto sapere che il Wifi non funzionava e che è stato impedito ai passeggeri il passaggio dalla classe smart a quella superiore.

Ntv ha subito respinto le accuse, rispondendo al Codacons con un’altra nota, dove “si smentisce nel modo più assoluto che ai viaggiatori sia stata impedita la possibilità di muoversi fra gli ambienti del treno. In considerazione del grande entusiasmo dei viaggiatori e  del fatto che fosse il primo viaggio di Italo, il personale di bordo ha accompagnato numerosissime persone a visitare il treno – si legge nella nota - sebbene le regole di buona condotta, del rispetto per gli altri passeggeri e della doverosa tutela della privacy, suggeriscano che ogni passeggero viaggi nell'ambiente assegnato”. Per quanto riguarda il wifi invece,  l’azienda ha fatto sapere che il disservizio è avvenuto solo sulla tratta Roma – Bologna e che è stato ripristinato dal personale di bordo specializzato che, per i primi tempi, viaggerà sul treno per controllare che le apparecchiature tecnologiche funzionino correttamente.

Ma il presidente del Codacons, Carlo Rienzi, ha ribadito le accuse e si è detto pronto a fare un esposto alla Procura per verificare la possibilità dei passeggeri dei attraversare le carrozze.

A bordo, oltre ai viaggiatori normali, c’era anche l’amministratore delegato Giuseppe Sciarrone, molto soddisfatto per la risposta dei clienti alla nuova offerta di Ntv. “Questa è stata una giornata importante per noi e credo anche per il Paese perché, per la prima volta in Europa, i viaggiatori hanno avuto la possibilità di scegliere”, ha detto Sciarrone.

Leggi tutto