Lotta all'evasione fiscale, blitz in tutta Italia

1' di lettura

Controlli a tappeto in vista del primo maggio. Nel mirino della Guardia di Finanza e dell'Agenzia delle Entrate anche un centinaio di agriturismi

Sabato 28 aprile la Guardia di Finanza e l'Agenzia delle Entrate hanno fatto scattare in tutta Italia una serie di controlli nell'ambito della lotta all'evasione fiscale. L'operazione, secondo quanto si apprende, interessa diverse attività commerciali e ricettive e andrà avanti per tutto il ponte del 1 maggio.

Operazione primo maggio, agriturismi nel mirino - I controlli degli investigatori dell'Agenzia delle Entrate, circa duecento uomini, interesseranno in particolare una serie di esercizi che dichiarano di svolgere attività di agriturismo, mentre quelli delle Fiamme Gialle riguardano il contrasto all'abusivismo commerciale, alla contraffazione, all'utilizzo di lavoratori in nero, nonché l'emissione di scontrini e ricevute fiscali. Secondo quanto si apprende, sono circa un centinaio gli agriturismi finiti sotto osservazione, selezionati dopo aver accertato la presenza di anomalie fiscali "molto significative".

Catania, falsi braccianti agricoli: truffa milionaria all'Inps - Intanto, la Guardia di finanza di Caltagirone, nel catanese, ha scoperto una truffa milionaria all'Inps nel settore dei falsi braccianti agricoli. Gli uomini della Gdf hanno così sequestrato una società di Mazzarrone che avrebbe creato aziende agricole fantasma per attestare falsamente l'assunzione di  diverse centinaia di unità lavorative ed erogato oltre un milione di euro in indennità di disoccupazione agricola e varie indennità previdenziali.
I militari hanno sequestrato beni immobili per 2 milioni e 200 mila euro della società, tra cui diversi terreni ed una attività commerciale di vendita al dettaglio di elettrodomestici,  prodotti e materiali informatici e di telefonia, noleggio e vendita di audiovisivi.

A Palermo il 97% degli ambulanti non è in regola -
A Palermo, invece, il 97% dei venditori  ambulanti controllati nelle giornate a cavallo del "ponte" del 25 aprile, sono risultati non in regola.
Complessivamente, su 369 ambulanti controllati, sono stati scoperti 229 irregolari (dalla mancata emissione del documento, alla mancata presenza del misuratore  fiscale), pari al 62% dei casi; tra gli ambulanti la percentuale è stata del 97%. A Palermo, i controlli hanno riguardato le aree del  centro a maggiore vocazione commerciale, i principati mercati rionali, nonché le località costiere come Mondello e Sferracavallo.

Tutti i numeri dell'evasione nel 2012 - Evasori totali scoperti: 2.192; Redditi non dichiarati: 6 miliardi di euro; Iva evasa: 650 milioni di euro.
Soggetti denunciati: 853 per non aver presentato la dichiarazione dei redditi; 530 per occultamento o distruzione della contabilità.
Maggiori picchi di evasione: 25% del totale nel settore del commercio all'ingrosso e al dettaglio; 22% nelle costruzioni edili; 11% nelle attività manifatturiere; 5,7% nelle attività professionali, scientifiche e tecniche; 5,5% nelle attività di ristorazione.

Leggi tutto