Borse, Milano e l'Europa in profondo rosso

1' di lettura

Lo spread vola sopra quota 400 punti, mentre Piazza Affari perde il 3,8%. Le elezioni in Francia e le dimissioni del governo olandese spaventano i listini continentali: Francoforte cede il 3,36%, mentre Parigi il 2,86%. Male anche Londra e Madrid

Giornata nera per la borse europee. Il risultato delle elezioni presidenziali in Francia, dove il candidato socialista Francois Hollande ha vinto il primo turno, e la crisi del governo dei Paesi Bassi, ha generato un'ondata di incertezza tra gli investitori che si è riversata sui principali listini continentali. Maglia nera Milano, dove il Ftse Mib ha perso il 3,8%, con vendite aggressive soprattutto sui titoli bancari (qui tutti gli indici). Male anche l'andamento dello spread tra Btp italiani e Bund tedeschi che è rimasto stabilmente sopra quota 400 punti.

Male tutta l'Europa
- A deprimere i mercati anche i dati pessimistici diffusi da Eurostat A Francoforte il Dax cede  il 3,36% a 6.523 punti, mentre a Parigi il Cac 40 perde il 2,83% a  3.098. In flessione anche Londra (-1,85% a 5.665 punti),  Amsterdam  (-2,56%) e Madrid (-2,9%).

Milano manda in fumo 12 miliardi - In totale piazza Affari ha bruciato oltre 12 miliardi di euro di capitalizzazione, con un calo dell'Ftse All Share del 3,61 per cento. L'indice di riferimento del paniere principale, il Ftse Mib, si porta invece sotto la soglia psicologica dei 14mila punti aprendo così la strada, secondo alcuni analisti, a una discesa fino a 13.600 punti.

L'andamento titolo per titolo
- L'ondata di vendite ha travolto soprattutto le banche, con Unicredit in calo del 6,42%, Intesa Sanpaolo del 6,29%, Bpm del 5,59%, Banco Popolare del 5,79% e solo Mediobanca che riesce a contenere il ribasso all'1,96 per cento. Giù anche Generali (-2,68%). L'unico titolo acquistato a Piazza Affari, Premafin chiude in rialzo dello 0,60 per cento. La finanziaria spinge per un accordo e il suo cda si è riunito lunedì per esaminare la proposta di Unipol. La compagnia bolognese, ancora al lavoro per trovare un accordo sui concambi, ha perso il 3,73% mentre Fonsai ha lasciato l'1,04 per cento. Milano Assicurazioni è salita dello 0,82 per cento. Sprofonda in Borsa Stm sia a Milano dove ha lasciato il 14% e il 13,8% a Parigi dopo l'accordo con St-Ericsson per lo sviluppo di futuri processori applicativi nell'ambito del quale e' previsto che la joint venture trasferisca alla STMicroelectronics l'attivit… e gli addetti alla R&S per il processore applicativo. Ericsson a Stoccolma ha perso il 4,42 per cento. Contiene il calo Telecom (-1,16%). Tonfo di Fiat Industrial (-7,11%), giu' anche Fiat (-3,41%). Sale in controtendenza Saras (+4,53%) dopo che Bank of America ha promosso il titolo a buy da underperform. Deboli anche Enel (-2,33%) ed Eni (-2,85%).

Leggi tutto